Il dentista risponde | 05 novembre 2020, 09:00

Le protesi ad arcata fissa su impianti a carico immediato

Una soluzione per il trattamento di un’arcata completa che offre ai pazienti denti protesici fissi il giorno stesso dell'intervento chirurgico

Le protesi ad arcata fissa su impianti a carico immediato

I temi di maggiore attualità dell’odontoiatria moderna sono al centro de "Il dentista risponde", rubrica che proponiamo in collaborazione con lo Studio Odontoiatrico dottor Mauro Ferri Borgogno di Alba.

Dott. FERRI BORGOGNO, in cosa consiste la protesi ad arcata fissa su impianti a carico immediato?
Si tratta di una soluzione chirurgico-implantare poco invasiva, che permette di allestire una protesi fissa per un’arcata completa, che risulta di grande soddisfazione per il paziente.
E’ una tecnica nata nel 1998 e quindi ormai con oltre venti anni di storia clinica.
Da allora, centinaia di migliaia di pazienti, in tutto il mondo, sono stati trattati con questa procedura.
E’ un’ottima soluzione per il trattamento di un’arcata completa che offre ai pazienti, in presenza delle debite condizioni, denti protesici fissi, il giorno stesso dell'intervento chirurgico.
I punti di forza di questa metodica sono:
1) Contenimento dei costi in quanto la riabilitazione dell'arcata completa viene eseguita, nella maggior parte dei casi, grazie a solo quattro impianti; di questi, quelli anteriori vengono posizionati diritti, mentre, i restanti posteriori, spesso vengono posizionati inclinati per cercare la disponibilità di osso nella parte anteriore della mascella o della mandibola.
2) Tempi di trattamento brevi: spesso la procedura non richiede innesti per ampliare il volume osseo; infatti, grazie all'inclinazione degli impianti posteriori, è possibile evitare l'innesto, ancorandosi all’osso disponibile.
3) L’ottenimento di una funzione estetica masticatoria immediata mediante protesi completa provvisoria fissa, ovviamente per i pazienti che, in base al quadro clinico e la qualità dell’osso, soddisfino i criteri per impianti a carico immediato.
4) Miglioramento immediato della qualità della vita personale e di relazione, ottenuto grazie alla protesi fissa per arcata completa già il giorno dell'intervento chirurgico che soddisfa il Paziente in termini di funzionalità, estetica, percezione, fonazione e autostima.


Quali sono quindi le indicazioni a questo trattamento, si può fare a tutti?
Ovviamente si tratta di una tecnica adatta ai pazienti edentuli, ovvero senza alcun elemento dentario nella singola arcata, superiore o inferiore che sia, oppure con dentatura fortemente compromessa e non più recuperabile.
In ogni caso, per scegliere il trattamento corretto e stabilire degli esiti prevedibili, occorre sempre un'approfondita valutazione clinica dei pazienti e una valutazione caso per caso.


L’intervento è doloroso?
No, ovviamente viene interamente eseguito in anestesia locale. E’ consigliabile abbinare la sedazione cosciente, eseguita da un Professionista specializzato in anestesia, per ottenere un effetto di azzeramento dell’ansia. Il Paziente rimane molto tranquillo, il tempo passa velocemente, il chirurgo lavora in modo più lineare e, al termine, al Paziente permane un ricordo piacevole.


Quindi, dottore, è un sistema che offre buoni risultati?
La soluzione è stata ampiamente studiata mediante casistiche cliniche a lungo termine, riportando elevati tassi di successo.
Per darle qualche dato, iI tasso di successo dopo 10 anni è di circa il 95% nella mandibola e 90% nel mascellare superiore. I pazienti trattati sono, nella maggior parte dei casi, estremamente contenti e raccomanderebbero ad altri questo trattamento.
Ciò non stupisce se si pensa che, ad un paziente che porti dentiera instabile da anni o che abbia una situazione dentaria estremamente compromessa, la mattina vengano estratti i denti, inseriti gli impianti e verso sera possa tornare a casa con denti fissi, anche se provvisori, che gli restituiscano funzione masticatoria ed estetica.


Ringraziamo il Dr. Mauro FERRI BORGOGNO per le preziose informazioni e ci diamo appuntamento alla prossima puntata.

Per ogni approfondimento il dottor Ferri Borgogno, iscritto all’Ordine di Cuneo al numero 00029 e direttore sanitario della struttura, oggi divenuta DENTISTRY FB Srl, riceve previo appuntamento in Alba, presso lo studio di viale Piera Cillario 8 (tel. 0173/36.63.49; cell. 331.155.77.68; web www.studioferriborgogno.it).

Informazione pubblicitaria

Leggi tutte le notizie di IL DENTISTA RISPONDE ›

Il dentista risponde

I consigli per il vostro sorriso nel nostro appuntamento settimanale con gli specialisti dello Studio Odontoiatrico Ferri Borgogno di Alba.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium