/ Eventi

Eventi | 31 ottobre 2020, 10:44

Musei e mostre visitabili nel fine settimana di Ognissanti in Granda nel rispetto delle misure anti contagio

Le normative nazionali sulle misure per il contenimento della pandemia da coronavirus hanno sospeso eventi, fiere, spettacoli e concerti, ma per ora non sono stati chiusi i musei: ecco quali sono aperti sabato 31 ottobre e domenica 1° novembre

Musei e mostre visitabili nel fine settimana di Ognissanti in Granda nel rispetto delle misure anti contagio

L’accesso a musei e mostre è contingentato, obbligatoria la mascherina e può essere richiesta la prenotazione. È nostra responsabilità evitare assembramenti in entrata e in uscita dalle strutture. Controlla sui siti e sulle pagine Facebook orari di apertura e modalità di accesso.

A Cuneo è stata aperta la mostra d’arte presso il Complesso Monumentale San Francesco, intitolata “E Luce fu”. Un insieme di quattro installazioni che riguardano la tematica della luce nella storia dell’arte. L’evento espositivo si propone di far camminare il fruitore in una sorta di viaggio nel tempo artistico, per tracciare una cronologia dell’uso nella luce nell’arte contemporanea.

L’installazione più vecchia ospitata dal Complesso, nel cuore della navata centrale, è “Feu d’artifice”, realizzata da Giacomo Balla nel 1917 (ricostruita da Elio Marchegiani per una mostra tenutasi a Rivoli nel 1997). Si tratta di un’opera monumentale e coloratissima, in cui la luce danza sulle note di Stravinskij, che compose una partitura di tre minuti appositamente per quest’opera. Un lavoro straordinario per un artista straordinario, tra i più importanti esponenti del Futurismo di inizio ‘900, all’interno del quale certamente rientra “Feu d’Artifice”.

L’esposizione, a ingresso gratuito, resterà aperta al pubblico fino a domenica 14 febbraio, dal martedì al sabato dalle 15.30 alle 18.30, la domenica dalle 10.30 alle 18.30. Nella giornata di sabato 24 ottobre sono previste visite inaugurali per gruppi di massimo venti persone alle ore 10.30, 11.30, 15.30 e 16.30: prenotazioni su  www.fondazionecrc.it

Info: www.comune.cuneo.it

Al Castello di Racconigi proseguono le visite ai percorsi museali: fino a nuova comunicazione e i piani nobili della residenza reale sabauda restano visitabili secondo le modalità già introdotte per garantire le attività in piena sicurezza, con la rilevazione della temperatura corporea all’ingresso, corretto utilizzo della mascherina, distanziamento tramite accessi contingentati su prenotazione. Parallelamente alle visite proposte dal Castello di Racconigi, proseguono anche quelle guidate a cura dell’Ufficio Turistico, tematiche e con approfondimento, curiosità e aneddoti legate alla storia sabauda. Aperto anche il primo anello del parco, che in questo periodo, è particolarmente suggestivo grazie ai colori autunnali delle foglie degli alberi secolari. Info: www.visitracconigi.com/il-castello e www.facebook.com/ufficioturistico.racconigi

L'oasi del Centro Cicogne Racconigi rimarrà aperta con il consueto orario invernale: venerdì-sabato-domenica dalle 9.30 alle 18.30.

Il Bar&Ristoro, compresa l'area pic-nic, sarà invece chiuso fino all'8 novembre incluso.

Info: www.cicogneracconigi.it e www.facebook.com/centrocicogneracconigi

A Bene Vagienna l'Associazione culturale Amici di Bene propone la mostra Preziosità Barocche Ceramiche, porcellane, argenti… del ‘600 e ‘700.

Fino al 27 dicembre saranno esposte a casa Ravera ceramiche, porcellane e argenti di epoca barocca nelle collezioni private dentro e fuori le mura di Bene.

Oltre la mostra in Casa Ravera sono visitabili le tre sale con arredi Barocchi tra cui due tempietti di Pietro Piffetti e l’ostensorio dell’Abate Magistrati realizzato ad Ausburg a fine Seicento per l’Imperatore d’Austria Leopoldo I d’Asburgo.

La mostra è visitabile il sabato dalle ore 15 alle 18, la domenica e i festivi dalle ore 10 alle 12 e dalle 15 alle 18. Info: www.facebook.com/amicidibeneonlus e www.amicidibene.it

Altre esposizioni a Bene Vagienna sono “La luna, le colline... la Langa”, con opere di Pierflavio Gallina nella Cella della Torre Campanaria della Parrocchiale, a Palazzo Lucerna di Rorà è allestita “Il segno inciso” con gli artisti dell’Associazione Piemontese Arte. Nella chiesa di San Bernardino dei Disciplinanti Bianchi “Il Concilio Vaticano II”, si possono ammirare le opere di Ezio Gribaudo. Info: www.amicidibene.it

Al Castello di Manta sono confermati gli appuntamenti per i pomeriggi di sabato 31 e domenica 1° novembre «Senza Paura! Un Pomeriggio al castello», ideati per bambini e famiglie. I piccoli visitatori troveranno oltre al Castello, un bosco e un giardino da scoprire, tra leggende e storie antiche. Il pomeriggio di Halloween e della Festa dei Santi si concluderà con una merenda golosa, a base di cioccolata e biscotti. Le visite sono alle 14,15,16 e 17. Solo domenica 1° novembre, dalle 10,15 alle 17,30, con partenze ogni 30 o 45 minuti, c’è il tour «Tra Santi ed Eroi. Visite speciali, percorsi inediti», una passeggiata alla scoperta dei santi raffigurati nella splendida abside della chiesa castellana e sulla volta della cappella funebre di Michele Antonio. Prosegue poi con l’osservazione degli eroi ed eroine rappresentati nella meravigliosa Sala baronale.

Info: www.fondoambiente.it/luoghi/castello-della-manta

Verifica la disponibilità dei biglietti su: www.musement.com/it/cuneo/biglietti-per-castello-della-manta

Dal 1° novembre nei musei di Saluzzo entreranno in vigore gli orari del periodo invernale. Castiglia, Casa Cavassa e l’Antico Palazzo Comunale con pinacoteca Matteo Olivero e Torre Civica saranno aperti ogni domenica e festivi, con orario 10-13 e 14-18. Casa Pellico aprirà la seconda e la quarta domenica di ogni mese e i festivi, dalle 14 alle 18. “Storia a porte aperte” proseguirà con le sue visite guidate, alle 15,30 e alle 16,30, mentre in Castiglia si potrà accedere ai camminamenti di ronda e ammirare l’antico borgo da una posizione privilegiata, a Casa Cavassa la guida svelerà la storia della dimora dalla famiglia Cavassa

Sempre a Saluzzo per la rassegna Start 2020 (https://startsaluzzo.it) è possibile ammirare nell’ex caserma Musso l’esposizione della 25° Mostra di Arte contemporanea dedicata a “Piero Gilardi. teoria, azione, ricerca". In casa Cavassa (via San Giovanni) sono ancora esposte le opere del 42° Premio Matteo Olivero 2020. Continuano anche l’esposizione della mostra fotografica itinerante Ambra (sempre nella ex Caserma Musso), insieme ai Premi Matteo Olivero 2018/2019 esposti negli spazi della Cappella Cavassa del chiostro della chiesa di San Giovanni e nella Sagrestia di S. Ignazio di via Macallè, nel palazzo del municipio. In Castiglia, è ammirabile la mostra "Cina. rivoluzione – evoluzione. manifesti della propaganda (1949 – 1983)" presentata in collaborazione con IGAV – Istituto Garuzzo per le Arti Visive. Info: www.facebook.com/saluzzoturistica e www.casacavassa.it         

A Caraglio prosegue fino all’8 dicembre la mostra fotografica “Un set alla moda. Un secolo di cinema italiano tra fotografie e costumi” al Filatoio. La mostra è concepita per far rivivere ai visitatori l’anima più autentica del cinema italiano, la sua storia, i film, i divi e i protagonisti, attraverso 17 costumi di scena e 70 suggestive fotografie di set delle pellicole d’autore di Luchino Visconti e Pier Paolo Pasolini e della commedia all’italiana, da Dino Risi a Roberto Benigni. Le foto rappresentano anche dive come Claudia Cardinale, Sophia Loren e Silvana Mangano. Gli abiti in mostra raccontano il cinema italiano, l’attenzione al dettaglio e la creatività di costumisti ormai entrati nel Pantheon del cinema internazionale.

Costo del biglietto intero 7 euro, ridotto 5 euro. Visitabile il sabato dalle 15 alle 19, la domenica e festivi dalle 10 alle 19. Il costo del biglietto intero è di 7 euro, 5 euro il ridotto.

Info: www.fondazioneartea.org e www.filatoiocaraglio.it

Ultimi aggiornamenti: www.facebook.com/fondazioneartea

Con il progetto "Sentieri dei Frescanti", appuntamento a ingresso libero per sabato 31 ottobre un’unica giornata di visite a Montà e Guarene, con l'evento "Viaggio nella pittura del Barocco piemontese”.

A Guarene sarà possibile visitare la Confraternita dell’Annunziata (ore 15-18), coi suoi pregevoli affreschi barocchi, le sue vertiginose architetture e trompe l’oeil che creano giochi di prospettive e preziose decorazioni.


Sempre a Guarene è prevista un’apertura straordinaria della chiesa barocca di San Michele, col restauro della pala di San Vincenzo Ferrer e il suo bozzetto, ritornati nel centro roerino dopo il restauro compiuto dal laboratorio Cesare Pagliero, realizzato grazie a contributi della Fondazione Crc e della Compagnia di San Paolo (ore 10.30-12-30 e 15-18).

Info:  www.facebook.com/sentierideifrescanti/

A Montà sarà invece possibile accedere alla mostra “Dell’eccellente mano del signor Raposo, pittore di corte”, dove sarà possibile ammirare un Sant’Antonio fresco di restauro e altre quindici tele del pittore di corte Vittorio Amedeo Rapous (ore 10-13 e 15-19). Salvo ulteriori restrizioni anti-Covid, le visite alla mostra montatese continueranno fino a fine novembre. Info:  www.comune.monta.cn.it/raposo

Bruna Aimar

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium