/ Attualità

Attualità | 31 ottobre 2020, 15:08

Il cuneese Gianluca Mogavero eletto al vertice della Uiltec piemontese

Mogavero, 45 anni di San Rocco Bernezzo, segretario generale della Uiltec di Asti e di Cuneo e già componente della segreteria regionale succede a Flaminio Fasetti che continuerà a collaborare con la struttura nella nuova veste da tesoriere

Il cuneese Gianluca Mogavero eletto al vertice della Uiltec piemontese

Un cuneese sale al vertice della Uiltec Uil Piemonte, che per l’organizzazione sindacale rappresenta i settori elettrico, gas-acqua, chimico, gomma-plastica, tessile ed energia: si tratta di Gianluca Mogavero. Nella mattinata di giovedì 29 ottobre è stato eletto all’unanimità nuovo segretario generale della categoria regionale. Prende il posto del torinese Flaminio Fasetti che continuerà a collaborare con la struttura nella nuova veste da tesoriere.

Per Gianluca Mogavero (45 anni di San Rocco Bernezzo, segretario generale della Uiltec di Asti e di Cuneo e già componente della segreteria regionale) l’elezione è avvenuta al termine del consiglio generale regionale, in modalità da remoto, alla presenza in video call del segretario generale regionale UIL Piemonte Giovanni Cortese, del Segretario Organizzativo Nazionale Rosaria Pucci e del segretario generale nazionale Uiltec Paolo Pirani a cui sono state affidate le conclusioni.

Il Consiglio si sarebbe dovuto svolgere in presenza, presso il “Santo Volto” di Torino lunedì 19 ottobre, ma a causa e nel rispetto del dpcm arrivato nella nottata precedente era stato annullato a poche ore dall’inizio e successivamente rinviato alla data odierna.

Un centinaio gli addetti ai lavori, che, su proposta del nuovo segretario hanno eletto i componenti della nuova segreteria che lo affiancheranno: Broggio Michele, Burzio Luca, Fortino Enrico, Fusco Gerardo, Nobile Michelina e Ranghetti Alessandra.
Nel corso del suo intervento, il neosegretario ha indicato gli impegni che dovrà affrontare all’inizio del suo mandato e le ragioni che rendono indispensabile una forte ripresa di iniziativa della Uiltec Piemonte.

 “In primis il proseguo dei rinnovi contrattuali dei nostri comparti, un banco di prova in parte già superato con il rinnovo di alcuni contratti: chimico, elettrico, gas acqua, energia e petrolio, vetro e gomma-plastica  in una fase complicata  con delle prese di posizione da parte del presidente di Confindustria Bonomi che sicuramente non aiutano, ma che siamo riusciti a rinnovare grazie alla qualità delle relazioni industriali e che hanno contraddistinto, nel tempo, la maggior parte di questi settori.
La contrattazione è uno dei pochi strumenti che abbiamo per far ripartire l’economia del nostro paese, ma soprattutto per non far aumentare le disuguaglianze.
Continueremo su questa strada affinchè si possano rinnovare in tempi brevi altri contratti già scaduti a partire da quello tessile moda ed abbigliamento, per riuscire a portare denaro fresco nelle tasche dei Lavoratori, in un anno in cui le buste paga sono state falcidiate dalla cassa integrazione causa covid”

      
“Altro tema scottante riguarda il blocco dei licenziamenti, perché centinaia di migliaia di persone, le più deboli, rischiano di rimanere per strada.
In Piemonte nel primo semestre 2020 i dati istat attestano che sono già stati persi 63000 occupati rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.
Chiediamo al governo di prorogare la cassa covid ed il blocco dei licenziamenti unitamente a sostegni economici in caso di disoccupazione a tutta la durata della straordinaria crisi sanitaria e non fino al 31 gennaio 2021.”
- conclude Mogavero - Sotto la mia 'giurisdizione' anche la Valle d’Aosta dove non sono presenti tantissimi insediamenti produttivi per quanto riguarda il settore manifatturiero, ma sono presenti importanti aziende dei servizi come Cva e Deval. Parecchi sono gli impegni già calendarizzati, a partire dalle elezioni per il rinnovo dell’assemblea del fondo di previdenza del settore tessile, ad alcuni rinnovi della RSU ad esempio in Agc Flat Glass dove abbiamo già aperto la procedura , mentre in altre aziende, come ad esempio in Michelin Cuneo lo faremo appena possibile. Il nostro segretario generale Paolo Pirani ha già convocato l’esecutivo nazionale nei primi giorni di novembre dove faremo il punto della situazione e decideremo le linee guida da portare avanti come UILTEC - UIL. A noi tutti auguro un buon lavoro da svolgere con passione, impegno ed entusiasmo.”

redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium