/ Cronaca

Cronaca | 30 ottobre 2020, 07:33

Trova la fidanzata a letto con un suo amico e lo picchia: giovane accusato di lesioni gravi

“Non lo volevo querelare, ma mi ha distrutto la macchina": queste le parole del ragazzo costituitosi parte offesa

Trova la fidanzata a letto con un suo amico e lo picchia: giovane accusato di lesioni gravi

La scoperta di un tradimento da parte della fidanzata è sfociata in una querela nei confronti del fidanzato che ora è chiamato a rispondere all’accusa di lesioni aggravate.

Secondo la ricostruzione fornita nell’istruttoria dibattimentale erano circa le undici di sera quando il fidanzato, rientrato a casa dopo una giornata lavorativa, avrebbe trovato la sua ragazza in camera da letto con un altro, che da quanto emerso, sarebbe stato un suo amico.

“Ero abbastanza ubriaco, non ricordo bene la dinamica” ha dichiarato la parte offesa, che a suo dire, quella sera, sarebbe stato picchiato pesantemente dal ragazzo, dopo averlo trovato in flagrante. Dalla testimonianza della vittima, il giovane, preso da un momento di ira funesta, lo avrebbe colpito al fianco con il manico in alluminio di una scopa e gli avrebbe scaraventato la testa contro il muro facendogliela sbattere.

“Sono andato in ospedale a farmi refertare, ma non ho raccontato questa storia perché non volevo metterlo nei casini - ha raccontato la vittima- avevo un taglio profondo sul fianco sinistro e mi hanno messo i punti”.

A presentare la querela dunque, la parte offesa non sarebbe stato spinto dalle botte inflitte dal fidanzato una volta scoperto il presunto tradimento, ma bensì dai danni che questo gli avrebbe apportato al veicolo: “Non volevo che si aprisse un processo, ma mi ha distrutto la macchina, fosse stato per le lesioni non l’avrei querelato”.

L’udienza si è conclusa con il rinvio della discussione.

CharB.

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium