/ Attualità

Attualità | 30 ottobre 2020, 18:02

Bra, il parroco don Giorgio Garrone positivo al Covid-19: è in isolamento a casa

La notizia è stata comunicata dallo stesso sacerdote che chiede preghiere ai concittadini. Dal sindaco Gianni Fogliato auguri di piena e pronta guarigione a nome di tutta la cittadinanza

Foto di repertorio

Foto di repertorio

Un altro caso positivo al Coronavirus. Ad essere colpito questa volta il parroco delle chiese di Sant’Andrea e Sant’Antonino di Bra, don Giorgio Garrone, 54 anni compiuti il 30 agosto. L’annuncio dello stesso sacerdote che, rivolgendosi ai concittadini, ha scritto: “Mi sono attenuto a tutte le precauzioni con grande scrupolo, ho sempre usato la mascherina, ho mantenuto il distanziamento e ho usato l’igienizzante per le mani, fino a consumarle. Nonostante ciò sono positivo al Covid-19”.

Attualmente il parroco ha sintomi influenzali, gli stessi che lo hanno spinto a sottoporsi al tampone poi risultato positivo e lo hanno costretto alla quarantena a casa dove ha aperto il suo cuore ai fedeli attraverso queste brevi righe.

Carissimi amici, vi raggiungo attraverso i mezzi di comunicazione online per salutarvi uno ad uno e per donarvi la pace di Cristo, l’unica che può dare speranza alla nostra vita inquieta, soprattutto in questo tempo di dura prova. Dobbiamo stare tutti sereni, ricordando sempre che il Signore trasforma ogni cosa in bene”. Aggiungendo: “Mi consola la vostra vicinanza che mi fa sentire la carezza di Dio: la regola del distanziamento sociale vale solo per noi, perché Lui ci è sempre accanto”.

Gli appuntamenti delle due parrocchie braidesi potrebbero subire variazioni, mentre ci si sta già organizzando per far fronte alle celebrazioni delle Messe. “Mi aspettano dieci giorni di isolamento forzato - spiega don Giorgio - . Questo comporterà dei disagi e forse la cancellazione di alcune funzioni. Sono certo che mi sarete di aiuto nello spiegare alla gente le ragioni di questo disagio”.

Quindi, l’appello del parroco alla responsabilità: “So che in tanti avete a cuore la mia salute e che posso contare su di voi per qualunque necessità e vi sarei grato se poteste evitare di creare panico o inutili allarmismi e di attenervi solo ed esclusivamente a quanto ho comunicato”.

La buona notizia è che don Giorgio non è ricoverato in ospedale, ma è in isolamento nella propria abitazione e ha chiesto ai fedeli di pregare per il percorso di quarantena che lo attende e per chi si trova ad affrontare questa pandemia. “Il Vangelo in cui crediamo e predichiamo è parola di vita, non di morte. Ringraziandovi per la pazienza e la preziosa collaborazione, ci affidiamo alla reciproca comprensione per superare quanto prima l’emergenza sanitaria. Prego per voi, per i nostri malati e voi pregate per me, per Bra, per l’Italia e per il mondo, perché forse oggi si scrive una delle pagine più difficili della nostra storia”. 

In corso le verifiche di rito da parte delle Autorità sanitarie per ricostruire la catena dei contatti, mentre si sta organizzando la sanificazione delle chiese di Sant’Andrea e Sant’Antonino.

Sul caso è intervenuto il sindaco di Bra Gianni Fogliato, che ha voluto indirizzare “Un abbraccio ‘virtuale’ al parroco che sta osservando il prescritto periodo di quarantena in seguito all’accertata positività al Covid, al quale auguriamo una piena e pronta guarigione”. Il primo cittadino ha poi ha assicurato: “Bra si stringe intorno al suo pastore e al clero che con grande responsabilità e fatica sta assicurando, nel rispetto delle regole, la continuità del culto e delle attività liturgiche. Rinnovo ancora la solidarietà e la vicinanza a tutti coloro che soffrono per il virus ed a coloro che si adoperano coraggiosamente per debellarlo”.

Silvia Gullino

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium