/ Attualità

Attualità | 29 ottobre 2020, 19:36

Alba, per il mercato del sabato il Comune ritenta la carta corso Italia

Nuovo piano al vaglio delle autorità di sicurezza per dare una sistemazione ai banchi sfrattati causa Covid dalle loro storiche piazzole di via Maestra, via Cavour e piazza Duomo

Alba, per il mercato del sabato il Comune ritenta la carta corso Italia

Una risposta l’Amministrazione albese la riceverà probabilmente già nelle prossime ore, quando dai Vigili del Fuoco dovrebbe arrivare il parere definitivo sul piano che nella giornata di oggi (giovedì 29 ottobre) il sindaco Carlo Bo ha portato all’attenzione di prefetto e questore.

Un documento col quale – considerata la temporanea impossibilità di farli rientrare a stretto giro nelle loro storiche collocazioni di via Maestra, via Cavour e piazza Duomo – il Municipio è tornato a valutare la possibilità di spostare i 62 ambulanti sfrattati dal centro in sedi che non siano quelle, giudicate troppo periferiche, di piazza Prunotto, corso Torino o piazza Medford.

Nelle scorse settimane, all’indomani della disposizione con cui il questore di Cuneo ne aveva deciso il riallontamento dalle postazioni in cui erano rientrati da poche settimane, proprio dagli operatori era arrivata la ferma indicazione di corso Italia quale possibile soluzione di compromesso. Un’ipotesi presto scartata, però, in ragione della negativa valutazione arrivata insieme al necessario parere dei Vigili del Fuoco. "Tra le quattro file di banchi necessarie a fare stare tutti gli ambulanti non rimane sufficiente spazio per l’accesso e il deflusso dei mezzi di soccorso", era stata in buona sostanza la ragione della bocciatura.

Insieme ai tecnici comunali l’assessore al Commercio Marco Marcarino ha ora provato a ridisegnare quella stessa mappa, eliminando una di quelle quattro file e collocando sul corso non più tutti e 62, ma 48 banchi, scelti per anzianità di presenza al mercato del sabato, mentre per i rimanenti 14 si profilerebbe la possibilità di accasarsi in alcuni posti ancora liberi nelle piazze Cagnasso e Garibaldi, nella zona del mercato dei generi alimentari.

Se il nuovo disegno supererà il vaglio degli organi competenti lo spostamento potrebbe avvenire a partire da sabato 7 novembre.

Già a partire da questo sabato, 31 ottobre, tornerà invece nella sua normale collocazione il Mercato della Terra di piazza Pertinace, sospeso però nella sua edizione domenicale, insieme agli altri eventi inseriti nel programma della Fiera Internazionale del Tartufo.

Ezio Massucco

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium