/ Attualità

Attualità | 19 ottobre 2020, 16:09

Bra, confronto tra vertici Asl e scuole mentre il Comune monitora la situazione sanitaria: ad oggi 153 contagi e tre ricoveri

In mattinata il sindaco Fogliato ha riunito il Coc per vagliare i contenuti del nuovo Dpcm. Eventuali nuove limitazioni saranno decise dalla Giunta di domani

In primo piano il sindaco braidese Gianni Fogliato

In primo piano il sindaco braidese Gianni Fogliato

Anche il braidese Gianni Fogliato si unisce al quasi unanime coro dei primi cittadini italiani che in queste ore hanno bocciato come irrealistico quanto previsto dal nuovo Dpcm Conte, che all’articolo 1 ha investito i municipi della responsabilità di disporre la chiusura di vie e piazze dopo le ore 21 allorquando queste possano rappresentare il pericoloso teatro di assembramenti.

"I sindaci possono forse indicare le zone in questo senso più a rischio, ma è veramente difficile pensare che con le loro sole forze possano farsi carico di imporre il coprifuoco su intere zone dei propri centri. E soprattutto di vigilare sul rispetto di quelle disposizioni, senza che questo avvenga con uno stretto coordinamento con prefetture e forze dell’ordine", spiega Fogliato, che, al pari del collega albese Carlo Bo in mattinata ha convocato il Centro Operativo Comunale riattivato da alcuni giorni in Municipio per un vertice finalizzato a fare un punto sulle ricadute che il decreto avrà in chiave locale.

"Molte delle misure contenute nel Dpcm le avevamo già previste con l’ordinanza varata venerdì – spiega ancora il primo cittadino –. Ovviamente, là dove più restrittivo, vale quanto disposto dal decreto, che ha fissato alle ore 18 una serie di chiusure anticipate che noi avevamo previsto alle ore 19.30. Diversamente noi confermeremo sicuramente quanto già fissato per le sale gioco e le giostre, mentre altre eventuali limitazioni le discuteremo nel corso della riunione di Giunta in programma domani".

Oggi il sindaco prenderà invece parte al confronto in programma tra i dirigenti di tutte le scuole cittadine e i vertici dell’Asl Cn2, presenti col direttore generale Massimo Veglio e col responsabile del Sisp Franco Giovanetti. "Un momento che mi sono assunto l’onere di organizzare per favorire un confronto tra azienda sanitaria e istituti circa la mutata organizzazione del sistema di tracciamento nelle scuole decisa nei giorni scorsi dalla Regione e sullo stato dell’arte degli accertamenti già in corso in diverse nostre realtà scolastiche".

Intanto il primo cittadino continua a monitorare il fronte sanitario, dove tra i suoi residenti ad oggi si annoverano 153 persone attualmente positive al Covid-19 e tre ricoverate all’ospedale di Verduno.
"Pur con tutti i distinguo e le premesse del caso – spiega qui il primo cittadino – quello dei contagi rimane un dato importante, che comporterà ulteriori azioni. Intanto ringrazio l’Ascom braidese, che si sta facendo parte attiva nei confronti di bar e ristoranti, promuovendo una grande sensibilizzazione al rispetto delle disposizioni sul servizio ai tavoli, ma anche su un corretto distanziamento degli stessi, altrettanto importante per poter parlare di distanziamento".

Ezio Massucco

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium