/ Attualità

Attualità | 17 ottobre 2020, 08:00

Il ferroviere di Cuneo torna al vinile: tutta la discografia di Gianmaria Testa ripubblicata con una nuova veste grafica

La moglie Paola Farinetti: "Tutti gli album conservano una misura, una freschezza di musica e parole che li rendono dei classici, sopravvissuti all’usura del tempo". Oggi, nel giorno del 61° compleanno del cantautore, la prima uscita "Montgolfières"

Il ferroviere di Cuneo torna al vinile: tutta la discografia di Gianmaria Testa ripubblicata con una nuova veste grafica

Un Gianmaria Testa giovane, scanzonato e allegro, con un bel completo elegante ma non troppo, la giacca rigorosamente sbottonata, le mani in tasca e lo sguardo vago e ironico, perso in chissà quali pensieri. È l’immagine che illumina di nostalgia la copertina di Montgolfières, vinile 180g - in edizione limitata e numerata -, in uscita domani, 17 ottobre, per Produzioni Fuorivia ed Egea Music, con analogo cd. Una nuova pubblicazione che cadrà proprio nel giorno del sessantunesimo compleanno del cantautore-capostazione di Cuneo, scomparso nel 2016 e mai dimenticato.

Il disco uscì nel 1995 in Francia, deliziando di poesia gli ascoltatori d’oltralpe con perle come Dentro la tasca di un qualunque mattinoUn aeroplano a vela Le traiettorie delle mongolfiere. Fulminei gli accostamenti a J.J. Cale, Leonard Cohen, Bob Dylan e Paolo Conte. Immediato il successo, sconfinato in Italia solo un po’ più tardi, dopo l’esibizione di Testa al prestigiosissimo Olimpya di Parigi, nel 1997.

Produzioni Fuorivia ed Egea Music, che per Testa sono stati casa di produzione e discografica di quasi tutta la carriera, si riuniscono così in un esclusivo progetto per pubblicarne l’intera discografia, in una versione rinnovata e raffinata nella grafica. 

Le pubblicazioni si susseguiranno una dopo l’altra, fino ad abbracciare tutti gli album di quel ferroviere capace di spalancare piccoli mondi antichi imbracciando delicatamente una chitarra. Dopo Montgolfières, saranno quindi disponibili: Extra-Muros (1996) – gennaio 2021; Lampo (1999) – marzo 2021; Il Valzer di un giorno (2000) – giugno 2021; Altre Latitudini (2003) – settembre 2021, Da questa parte del mare (2006) – dicembre 2021; Vitamia (2011) – marzo 2022.

A raccontare il progetto, la moglie di Testa, Paola Farinetti.

Come nasce l’idea di questa nuova edizione della discografia di Gianmaria?

Molti dei suoi dischi, soprattutto i primissimi, erano ormai introvabili, non venivano più distribuiti, come spesso succede nel mercato discografico. Con gli anni sono diventati rari, buoni solo per un’asta su eBay, e mi è parso un peccato. Capita spesso, del resto. Il prodotto culturale nuovo, che sia un album o un libro, resta sugli scaffali o in cartellone un po’ di tempo e poi sparisce. Così sono riuscito a rimpossessarmi di tutta la discografia di Gianmaria e ho deciso di ripubblicarla. La veste grafica è nuova, sì, ma il contenuto resta intatto. Per Montgolfières la novità è duplice, perché non era mai stato pubblicato in vinile: negli anni ’90 era già un oggetto sconosciuto. Fino all’ultimo disco, Vitamia, la linea sarò la medesima, in copertina varieranno solo i colori e le fotografie, collocate cronologicamente rispetto alla data dell’album. Proprio come una collana di classici.

Ci muoviamo quindi già in questa dimensione, quella del classico.

Sì, penso esistano dei prodotti artistici e culturali con una dignità tale da essere considerati dei classici veri e propri: sopravvivono all’usura del tempo, hanno qualcosa da dire sempre. E ritengo che tutte le canzoni di Gianmaria, dalla prima all’ultima, abbiano questa caratteristica. Molte persone lo hanno riscoperto dopo la sua morte, anche giovani che non erano ancora nati quando Gianmaria scriveva. Ecco, lui aveva e ha tuttora tutte le caratteristiche per rinnovarsi nel tempo, a prescindere dal passare degli anni, mantenendo una freschezza e una necessità intrinseche. Del resto, Gianmaria, quando faceva concerti, fino alla fine ha sempre cantato anche i brani tratti dai primi album, non ha mai assecondato le esigenze discografiche che richiedevano l’esibizione live delle ultime uscite. Ed ecco che la piacevolezza dell’ascolto resta immutata. A volte capita che l’arrangiamento delle canzoni le leghi indissolubilmente all’epoca della loro creazione, rendendo quindi l’ascolto più difficile. Ma Gianmaria ha sempre lavorato con grandi musicisti, dotati di una cifra poetica molto forte. Non ha mai fatto arrangiamenti moderni, e per questo sono sempre alla moda. 

E lo dimostra il fatto che, dalla sua scomparsa, moltissimi artisti hanno reinterpretato la sua opera. Come reputa questo interessamento e la riscoperta da parte del pubblico?

Ne sono contenta, senza dubbio. In tanti gli hanno reso degli splendidi omaggi a livello nazionale, da Nada a Giuseppe Cederna, e Neri Marcoré tra gli ultimi, con lo spettacolo Di mare e di vento, proponendo alcune canzoni tratte dal Premio Tenco 2006 Da questa parte del mare, con la lettura di brani del suo libro postumo. 

A livello personale, invece, com’è mettere di nuovo mano alla musica di Gianmaria?

Per me è bellissimo e difficile allo stesso tempo. Da una parte sono felice che Gianmaria continui a essere vivo artisticamente. Ma, dall’altra, andare a rilavorare su canzoni che per me hanno significati profondi, che vanno al di là di quelli condivisi dalla gente, legati a situazioni e ricordi diretti, è un po’ come stuzzicare sempre la ferita, ma è qualcosa di necessario. Cerco di superare questa melanconia personale, che viene dal mettere mano a ricordi particolari, perché penso sia importante che Gianmaria continui a farsi sentire. Anche il lavoro precedente sulle sue canzoni inedite è stato per me molto faticoso, ma ce n’era bisogno. Una suo brano, ad esempio, Molto tempo nostro, scritto tra il 2013 e il 2014, pare una fotografia assoluta dei tempi che stiamo vivendo. Sembrava che Gianmaria avesse già previsto la pandemia e come l’uomo può rovinare il mondo intorno a sé.

Manuela Marascio

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium