/ Politica

Politica | 14 ottobre 2020, 16:03

Inaugurazione, mercato, pass per il centro: sulla Fiera la minoranza va all’attacco dell’Amministrazione albese

"Il culmine lo si è toccato con la vicenda degli ambulanti. Persone sbattute di qua e di là, senza preavvisi precisi, senza adeguata assistenza, senza organizzazione di alcun genere (…)"

Visitatori in coda ai varchi attendono di entrare in via Maestra

Visitatori in coda ai varchi attendono di entrare in via Maestra

Riceviamo e pubblichiamo.

È trascorso il primo fine settimana di Fiera del tartufo. Ci dà soddisfazione che tanti turisti abbiano scelto ancora una volta Alba. Ma ci sgomentano il dilettantismo, l'approssimazione, la superficialità con cui l'Amministrazione ha pensato bene di accoglierli. Per cominciare dalla cerimonia inaugurale, costellata di gaffe protocollari e di scortesie istituzionali.

Il culmine lo si è toccato però con la vicenda degli ambulanti del mercato del sabato e con quella del mercato della terra. Persone sbattute di qua e di là, senza preavvisi precisi, senza adeguata assistenza, senza organizzazione di alcun genere. Persone che hanno sempre contribuito alla ricchezza della città e che si sono viste trattate come presenze fastidiose, come gente petulante e inopportuna.

E quanta improvvisazione e disorganizzazione nel meccanismo congegnato per regolamentare gli afflussi nel centro storico! Affidato, per la sua realizzazione, a persone non sufficientemente formate , non dotate di divise o di qualunque cosa che le facesse riconoscere nel loro ruolo, mal dirette o addirittura abbandonate a sé stesse, scarsamente informate sui compiti che avrebbero dovuto svolgere.

Diranno che ci si è trovati di fronte a un numero straordinario di ospiti. Ma era tanto difficile immaginarselo? E se tanto afflusso era prevedibile, in un momento in cui i contagi da Covid salgono in misura sempre più preoccupante, tanto da dover chiudere scuole e da dover assumere misure straordinarie di sicurezza, con una totale impreparazione a fronteggiarlo, con una organizzazione a essere benevoli zoppicante, non sarebbe stato opportuno fermarsi un attimo a riflettere se non fosse il caso di correggere qualcosa? Invece si è scelto di andare avanti come se nulla fosse, ad occhi chiusi, spavaldamente sottovalutando i possibili rischi .

Abbiamo subito richiesto, come forze di opposizione nel Consiglio comunale, di discutere quanto successo nella competente commissione consiliare convocata per venerdì alle ore 17.

Ma intanto riteniamo doveroso far partecipi tutti i cittadini delle nostre indignate osservazioni. Certi che anche tante altre voci si leveranno a censurare quanto capitato, che è cosa indegna della tradizione della Fiera del Tartufo, ed a chiedere che non si ripeta più.

Uniti per Alba

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium