/ Cronaca

Cronaca | 13 ottobre 2020, 12:55

A volto coperto e armati di bastone entrano in una villa a Dronero: il figlio dei proprietari chiama il 112 e fa scappare i malviventi

E' successo nella serata di ieri 12 ottobre. L'abitazione si trova in una zona un po' isolata. Al momento della rapina c'erano solo i tre figli; uno di loro è stato spintonato e colpito con il bastone

Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Rapina, ieri sera 12 ottobre, dopo le 22, a Dronero, in una villetta piuttosto isolata, in una zona semiboschiva. Due i malviventi che hanno agito, incappucciati e armati di bastone. 

Si sono introdotti nell'abitazione, dove in quel momento si trovavano solo tre ragazzi, tra cui una minorenne, i figli dei proprietari. 

Il figlio più grande, che al momento dell'ingresso dei rapinatori era nel garage, al piano seminterrato, intuendo la situazione ha chiamato il 112 e allertato una Gazzella dei carabinieri.

Nell'attesa, è salito in casa per raggiungere le due sorelle. Qui è stato spintonato e colpito con il bastone. I rapinatori hanno più volte chiesto ai ragazzi di indicare la cassaforte, che però nella casa non c'è. Si sono messi quindi a racimolare qualche oggetto in oro e i pochi contanti presenti, un bottino decisamente scarso. 

Dopo circa un quarto d'ora dalla telefonata, la Gazzella è arrivata sul posto. I rapinatori, probabilmente avvertiti da un terzo uomo che faceva da palo, sono scappati a piedi. Non è chiaro se si tratti di italiani o di stranieri. I ragazzi, comprensibilmente in stato di choc, non sono stati in grado di riferirlo in modo certo. Visitati in pronto soccorso, hanno riportato qualche escoriazione. 

Nel frattempo sono scattate le indagini dell'Arma. Si stanno acquisendo le immagini di videosorveglianza degli impianti presenti in zona e facendo delle verifiche anche su eventuali telefoni agganciati in quella cella.

bsimonelli

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium