/ Attualità

Attualità | 13 ottobre 2020, 18:30

"Per tre volte l'acqua ha creato danni di entità sempre maggiore: il problema è cambiato. Iniziamo a pensare di cambiare anche le soluzioni"

Riceviamo e pubblichiamo

Foto generica

Foto generica

Gentile Direttore,

a fronte di una “corsa” affannosa a proporre interventi di ripristino, come se si dovesse rifare tutto come prima, mi pare necessario aprire una riflessione.

Se per tre volte l’acqua ha creato danni di entità sempre maggiore, bisogna pensare che le soluzioni debbano essere cambiate perché è cambiato il problema. Infatti i cambiamenti climatici in corso ed il ripetersi di fenomeni di grande intensità e più localizzati (bombe d’acqua), uniti alla compromissione di lunga data del territorio devono indurre alla ricerca di risposte adeguate. A mio avviso, bisogna che qualsiasi decisione operativa sia assunta alla luce di uno studio geologico, idrogeologico e climatologico che valuti la situazione in atto, arrivando in tempi brevi alla proposta e alla progettazione di interventi concreti di rapida ed efficace fattibilità. Questi studi devono essere svolti con l’impegno di Università e Politecnico, che devono trovare modalità di collaborazione con gli Enti locali (Province, Comuni e loro Consorzi, Comunità montane, Consorzi locali per la gestione delle acque, etc.).

Va attuato, insieme a questo tipo di studio, il monitoraggio del territorio e dei fattori che, modificando l’uso del territorio ad es. l’impatto del traffico e del trasporto merci su gomma, con carichi del tutto impensabili all’epoca della costruzione di ponti e viadotti, compromettono la sicurezza, per prevenire altri eventi funesti e drammatici.

Va insomma ripensato lo sviluppo economico, oltre a quello geo-idrogeologico del territorio, sapendo che alle “certezze” del passato occorre sostituire un presente ed un futuro preveggente e concretamente adattabile ai cambiamenti che questi eventi ci hanno imposto di vedere e prevedere.

Grazie,

Dr.ssa Gemma Macagno 

Al Direttore

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium