/ Attualità

Attualità | 07 ottobre 2020, 16:56

Il carrello di manutenzione di Rfi arriva a Tende, è la prima volta dal 3 ottobre: tratta ripristinata (forse) da sabato (VIDEO)

Tutto fa sperare - nonostante Rfi ancora non si sbilanci - a una riapertura della linea da Limone Piemonte e fino a Tenda già nei prossimi giorni, per il momento solo per garantire rifornimenti alla Val Roya. Macron in valle Roya: "Presto i collegamenti con l'Italia". Sabato è intanto prevista la fine dei lavori fino al Confine di Stato

Il carrello di manutenzione di Rfi arriva a Tende, è la prima volta dal 3 ottobre: tratta ripristinata (forse) da sabato (VIDEO)

Il carrello di manutenzione è arrivato a Tende. E’ la prima volta che un mezzo via ferro raggiunge il comune francese dallo scorso sabato 3 ottobre. La linea tra Limone e la stazione di Tenda ha subìto come tutto il territorio alcuni danni legati alla molta pioggia  caduta a partire da sabato 2 ottobre. Ma le problematiche maggiori, stando alle prime ricostruzioni, si presenterebbero nella parte francese tra La Brigue e Breil Sur Roya, dove sono ancora in corso i rilievi da parte di Sncf, la società francese dei trasporti ferroviari.       

Un carrello della manutenzione di Rfi ha raggiunto oggi, mercoledì 7 ottobre, la stazione di Tende. I danni sono tutto sommati circoscritti a piccoli tratti. I tecnici avrebbero operato per rimuovere una frana prima della galleria “Branega” dove si presentano le criticità maggiori e dove nei prossimi giorni si tornerà per ripristinare in toto la linea.

Tutto fa sperare - nonostante Rfi ancora non si sbilanci -  a una riapertura della linea da Limone Piemonte e fino a Tenda nei prossimi giorni, in particolare per portare rifornimenti in valle Roya. Ma è prematuro dirlo, in quanto ci sono più attori coinvolti e la tratta oltre la galleria è di competenza francese. Si lavora prima di tutto per ripristinare la tratta fino al Confine di Stato, competenza delle ferrovie italiane.

La richiesta del territorio, in merito alla linea, è quello di incrementare il servizio ferroviario con più tratte ogni ora e mezza. Al momento è l’unica via ad avere prospettive di riapertura piuttosto brevi - si parla di non meno di un paio di mesi per le tratte più danneggiate - che colleghi Italia e Francia dopo il disastro alle infrastrutture stradali della Valle Roya.   
 
Nel video l’arrivo del carrello di manutenzione alla stazione di Tenda.

Nel frattempo, arrivano buone notizie dalla visita del Presidente francese Emmanuel Macron, oggi in visita in Val Roya. Ha infatti confermato che, nelle prossime ore verrà riaperto il collegamento con l’Italia, all’altezza di Breil: “È davvero questione di ore, tutti sono mobilitati”, ha detto.

Ci vorrà più tempo, invece, per il transito dei treni: "Dalle quattro alle cinque settimane – aggiunge il presidente transalpino - secondo quando detto dai tecnici, per riavviare regolarmente la linea. “Ci vorranno però mesi per rivedere la statale del Roya come era prima, anche se è necessario riaprire verso l’Italia”.

Al momento sul versante francese è la ditta Masala ad eseguire, insieme a circa 300 militari, una serie di lavoro per costruire delle ‘piste’, in modo da arrivare ai paesi isolati. E’ probabile che, nelle prossime ore interverrà anche a valle e, quindi, si potrà aprire la strada nella zona di Breil, disastrata al confine con Olivetta. Al momento, nonostante le previsioni del presidente Macron, si pensa ad un’apertura possibile per lunedì.

redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium