/ Attualità

Attualità | 30 settembre 2020, 16:39

Bando pilota Delfin: su dieci progetti selezionati, sei sono del Cuneese

Progetti di sostegno all'imprenditoria sociale nelle zone rurali e montane. Parteciperanno al percorso di accompagnamento con la Scuola di Amministrazione Aziendale

Bando pilota Delfin: su dieci progetti selezionati, sei sono del Cuneese

Finpiemonte e la Fondazione Giacomo Brodolini, nell’ambito del progetto DELFIN (co-finanziato dal programma Interreg Central Europe e finalizzato a sostenere azioni di sviluppo e consolidamento di un ecosistema finanziario a sostegno delle imprese sociali nelle aree rurali) hanno presentato i dieci progetti vincitori, selezionati tra le 55 candidature pervenute, grazie all’attività di scouting condotta dal Collegio Carlo Alberto, con il supporto tecnico di Nemo- Nuova Economia in Montagna, che potranno iniziare il loro percorso di accompagnamento erogato da SAA - Scuola di Amministrazione Aziendale.

 

Il percorso di accompagnamento, che vuole  favorire la creazione di nuove imprese o il potenziamento di progetti d'impresa già avviati, si svilupperà in circa 9 mesi e comprenderà sessioni di formazione, momenti di assistenza individuale ed esercitazioni pratiche. Carattere peculiare del percorso offerto ai partecipanti è la sua diffusione sul territorio , attraverso formazione a rotazione presso sedi locali e la possibilità di partecipazione da remoto. In tal modo si intende favorire sia il networking e lo scambio di buone pratiche territoriali nel corso di incontri in presenza, sia garantire al contempo flessibilità e capacità di adattamento alle diverse circostanze e esigenze logistiche.

I progetti selezionati

Le proposte selezionate sono state individuate in base alla loro coerenza con gli obiettivi di DELFIN e con le caratteristiche dell’accompagnamento, dando priorità ai progetti che ne potessero con più probabilità trarre beneficio e prestando particolare attenzione a iniziative con carattere imprenditoriale, attuabili con tempistiche a breve/medio termine senza ingenti investimenti strutturali di partenza e che muovessero da reti di collaborazione già radicate sul territorio.

I 10 progetti selezionati sono stati proposti in alcuni casi da soggetti d’impresa già costituiti formalmente e in altri casi da gruppi di lavoro informali alla ricerca di uno sbocco imprenditoriale. Tutti condividono l’obiettivo di sviluppare azioni innovative rispetto al contesto rurale/montano in cui si inseriscono e di generare con il loro operato anche un impatto sociale positivo sulla vita delle comunità locali.

Sul territorio della provincia di Cuneo nello specifico:

-          “AGRI-LAB”, promosso dalle Cooperative “I Tesori della Terra” e “Il Ramo” (Cervasca, Valle Grana,Valli Cuneesi) – agricoltura sociale per favorire l’inclusione sociale, la sostenibilità ambientale, la valorizzazione della produzione agricola locale, la sostenibilità della vita in aree interne;

-          “Casa Sartorino – Officina Contemporanea”, promosso dal gruppo informale “Casa Sartorino” (Levice e Comuni Valle Bormida, Uzzone, Belbo) – valorizzazione del territorio, officina contemporanea per generare benessere, consapevolezza, nuovi modi di percepire la realtà;

-          “Germin-Azioni”, promosso dalla Cooperativa di Comunità “Germinale” (Unione Montana Valle Stura di Demonte) – creazione di opportunità di vita sostenibile sul territorio, creazione di condizioni favorevoli all’attività di impresa, riattivazione del potenziale agricolo locale;

-          “L’Arma dei Margari”, promosso da un gruppo pubblico privato in fase di definizione (Demonte) – valorizzazione del territorio attraverso il recupero delle malghe e del mestiere del Margaro;

-          Può una comunità locale di montagna crescere e prosperare garantendo la fornitura di servizi ecosistemici? Dalla teoria alla pratica”, promosso dalla Cooperativa Agricola di Comunità “la Volpe e il Mirtillo” (Ormea) – valorizzazione e incremento dei servizi ecosistemici, gestione forestale e agricola sostenibile;

-          “Vendita di Prodotti Tipici Piemontesi in Germania”, promosso da un gruppo informale in fase di definizione (Stroppo, Elva, Macra, Prazzo) – valorizzazione della produzione locale, inserimento sociale, creazione di reti commerciali, coordinamento della produzione locale;

Tutte le informazioni solo disponibili alla pagina web: https://www.finpiemonte.it/

comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium