/ Attualità

Attualità | 25 settembre 2020, 09:11

Stazione di Cavallermaggiore: confermata da Trenitalia anche la corsa del sabato mattina

Da questo sabato 26 settembre torna la corsa delle 7.24. Da ieri attivato il treno per il trasporto dei 500 studenti che si recano a Savigliano e Fossano. Da ieri si può inoltre presentare richiesta di rimborso Covid-19

Stazione di Cavallermaggiore: confermata da Trenitalia anche la corsa del sabato mattina

Trenitalia anche per l’avvio delle scuole ha predisposto ed attivato, sempre di concerto con Regione e AMP, un piano integrato regionale di potenziamento dei servizi e di assistenza e di monitoraggio delle frequentazioni.

Sul treno 4755 Torino Porta Nuova – Fossano che passa per la stazione di Cavallermaggiore fino all'altro ieri le frequentazioni monitorate costantemente da personale Trenitalia non avevano mai superato le 250 presenze.

Nella giornata del 23 settembre proprio alla fermata di Cavallermaggiore, dove era presente anche un presidio straordinario di assistenza a terra, i flussi sono notevolmente aumentati e si è raggiunta la presenza di oltre 400 persone.  

Una situazione che purtroppo ha costretto alcuni degli studenti ad aspettare il treno dopo o a farsi accompagnare dai propri genitori. 

"A dimostrazione della immediata reattività di Trenitalia - scrivono in una nota stampa - anche nel territorio piemontese, già dalla giornata di ieri il collegamento in questione è stato effettuato con un materiale rotabile che è stato in grado di trasportare le 500 persone che hanno scelto di utilizzare questo collegamento.

Sempre nella giornata di ieri erano a disposizione del personale di assistenza presente in stazione a Cavallermaggiore anche 2 bus dedicati a gestire in tempo reale eventuali necessità.  

Trenitalia conferma anche di avere immediatamente recepito la richiesta di Regione e Agenzia e conferma che il treno 4755 sarà effettuato anche il sabato già dal prossimo 26 settembre.  

Trenitalia informa infine che da ieri, a completamento dell’iter di definizione delle modalità attuative durante il quale l’Impresa Ferroviaria ha supportato tecnicamente Regione e Agenzia, è possibile presentare le richieste di rimborso Covid-19."

Trenitalia ha così risposto alle richieste che erano sopraggiunte nei giorni scorsi al sindaco di Cavallermaggiore, Davide Sannazzaro, proprio in merito ad alcune necessità degli studenti: "Trenitalia e l'Agenzia della Mobilità hanno saputo fare proprie le nostre segnalazioni - commenta il primo cittadino -. Li ringrazio per l'attenzione dimostrata verso le famiglie che hanno bisogno di sicurezza in tema di trasporto scolastico. Mi auguro che questo clima si collaborazione possa continuare anche sui temi importanti che sono sul piatto in questo periodo". 

redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium