/ Politica

Politica | 22 settembre 2020, 09:16

Benevello, il futuro del castello tra gli impegni di mandato del nuovo sindaco Mattia Morena

Un’affluenza superiore al 70% ha premiato la proposta del 32enne assessore uscente. Sarà lui a guidare il centro langarolo dopo i quattro mandati di Mauro Rapalino

Mattia Morena, nuovo sindaco del centro langarolo

Mattia Morena, nuovo sindaco del centro langarolo

C’è anche il piccolo Comune di Benevello – meno di 500 abitanti – tra i 19 centri della Granda che, con la tornata elettorale chiusa alle 15 di ieri, hanno rinnovato la propria Amministrazione comunale.

Nell’attesa del risultato dello spoglio iniziato da pochi minuti, un’affluenza superiore al 70% prelude all’investitura di Mattia Morena, 32 anni il prossimo 28 settembre, assessore uscente e unico candidato alla successione del sindaco Mauro Rapalino.

"Credo che guardando all’affluenza si possa parlare di un ottimo risultato, che ha premiato una squadra giovane e quasi completamente rinnovata. Non era scontato, con tutte le incognite legate a questo voto, e per questo ringraziamo tutti i nostri concittadini", dice il nuovo sindaco, la cui proposta fa seguito ai quasi 25 anni di governo (quattro mandati da primo cittadino intervallati da uno da vice) del suo predecessore.

Diplomato geometra, in Giunta da un paio d’anni dopo essere stato consigliere, Morena coniugherà l’impegno di primo cittadino alla gestione della sua attività di vendita arredi a Ricca di Diano d’Alba.
Lo farà insieme alla squadra di "Siamo per Benevello", "un gruppo coeso – dice ancora Morena – accomunato da una grande voglia di lavorare uniti per il paese portando una significativa ventata di cambiamento".

I fronti sui quali lavorare, anche in un piccolo comune come quello langarolo, certamente non mancano.
"Abbiamo ovviamente diversi progetti, molto concreti, a partire da interventi per migliorare la sicurezza delle nostre strade. Realizzando marciapiedi che colleghino il capoluogo a frazione Manera e il paese al cimitero, ma anche limitando l’eccessiva velocità di chi percorre alcune tratte che attraversano i nostri abitati. Poi, come annunciato in queste settimane vorremmo intervenire per portare un ricambio anche nella macchina comunale e nell’organizzazione dei servizi alla popolazione, promuovendo un ricambio in alcune importanti figure e investendo su programmi che possano snellire la troppa burocrazia che pesa sui cittadini".

Un fronte certamente impegnativo sarà quello riguardante la scelta della migliore destinazione possibile del castello, acquisito dal Comune nel 2018 con un impegno di poco inferiore al mezzo milione di euro, in parte coperti però dall’intervento di fondazioni bancarie e altri contributi. "Si tratta di un patrimonio importante per il paese e bene ha fatto la precedente Amministrazione a fare sì che rimanesse nella disponibilità del Comune. Sul suo futuro però sarà bene ragionare in modo approfondito, per coniugherà una sua efficace valorizzazione a una gestione che anche economicamente non debba pesare in modo insopportabile sulle tasche dei cittadini".

Proprio il castello sarà la sede nella quale il rinnovato Consiglio terrà il suo battesimo, con una seduta che il neo sindaco intende programmare per il 6 ottobre all’interno del suo giardino.

Ezio Massucco

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium