/ Attualità

Attualità | 18 settembre 2020, 16:34

Bra-Cavallermaggiore: da lunedì un bus più piccolo effettuerà la fermata a Madonna del Pilone

La modifica chiesta a Trenitalia dopo le segnalazioni dei genitori preoccupati per la pericolosità della fermata lungo la provinciale 48. Il sindaco: “Unica soluzione possibile, speravo in una ripartenza dei treni, ma abbiamo comunque risolto un problema puntuale”

La fermata dei bus sostitutivi in frazione Madonna del Pilone, lungo la Provinciale tra Cavallermaggiore e Bra

La fermata dei bus sostitutivi in frazione Madonna del Pilone, lungo la Provinciale tra Cavallermaggiore e Bra

 

Un pullman di dimensioni ridotte da 30 posti che potrà entrare in frazione Madonna del Pilone a Cavallermaggiore, caricare in sicurezza gli studenti e ripartire per Bra. E’ questa la soluzione individuata dall’assessorato ai trasporti regionale, dopo il sopralluogo avvenuto ieri, giovedì 17 settembre, sulla pericolosa fermata sulla provinciale 48 che rischiava di mettere in pericolo i giovani utenti residenti in quella zona. 

Un sopralluogo in cui erano presenti il sindaco di Cavallermaggiore, Davide Sannazzaro, l’Agenzia della Mobilità regionale, la ditta Chiesa e il vice presidente della provincia Manavella, organizzato in seguito alle numerose segnalazioni di genitori preoccupati per i propri figli che ogni giorno dovevano prendere l’autobus letteralmente sul ciglio della strada, senza alcun riparo. Da qui la necessità di chiedere a Trenitalia di applicare alcune modifiche al servizio. 

La scelta della fermata sulla provinciale era stata inizialmente fatta perché il pullman di linea, introdotto appositamente per gli orari scolastici, era di dimensioni troppo grandi per entrare nella frazione. 

A partire da lunedì 21 settembre, invece, le corse in partenza alle 7.09 da Cavallermaggiore (attualmente effettuata con tre bus) e alle 13.35 da Bra (attualmente effettuata con un bus) saranno effettuate entrambe con due autobus, uno di dimensioni normali (12 metri) e uno di dimensioni ridotte, appunto da 30 posti. In questo modo il bus più piccolo potrà effettuare una deviazione all’interno della frazione di Madonna del Pilone e fare la fermata in una posizione protetta e dotata di pensilina. Il bus di dimensioni maggiori effettuerà invece il percorso normale.  

Qualora la deviazione rendesse necessaria la modifica dei tempi di percorrenza il bus più piccolo potrà anticipare di 5 minuti la partenza da Cavallermaggiore al mattino, mantenendo invariato l’arrivo a Bra, mentre resterà invariata la partenza da Bra alle ore 13.35 posticipando di qualche minuto l’arrivo a Cavallermaggiore. 

Le altre corse previste in orario invece non subiranno variazioni e manterranno il percorso con fermata a richiesta sulla provinciale come effettuato in questi ultimi giorni.

“Dopo il sopralluogo di ieri - conferma il sindaco Sannazzaro -  abbiamo vista che la soluzione vera per mettere in sicurezza gli studenti che andavano a Bra era questa. Non è stato possibile trovare un altro luogo per fare la fermata. In realtà - ammette il primo cittadino - speravo rimettessero i treni, ma prendo atto comunque che c’è stata volontà di mettere in sicurezza i ragazzi, si è lavorato insieme per questo obiettivo e perciò ringrazio. So che molti sono insoddisfatti, ma adesso abbiamo risolto un problema puntuale, vediamo come procedere da qui in avanti”. 

 

Chiara Gallo

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium