/ Attualità

Attualità | 18 settembre 2020, 13:24

Covid, 19 i braidesi positivi. Numero quasi raddoppiato in una settimana

Venerdì scorso erano 10. Casi in crescita anche a Cherasco (7) e Sommariva del Bosco (11). Alba scende a quota 11

Covid, 19 i braidesi positivi. Numero quasi raddoppiato in una settimana

Sono saliti a 19, contro i 10 segnati lo scorso venerdì 11 settembre, i residenti di Bra positivi al Coronavirus. L’aggiornamento arriva dal Comune, che dà conto dei numeri che la Regione rende noti tramite la propria piattaforma web dedicata.

Lo stesso portale farebbe intanto registrare un rimarchevole incremento in diversi vicini centri. Un numero rilevante di tamponi positivi si registrano infatti a Cherasco (7) e a Sommariva del Bosco (11), a fronte dei 2 denunciati nei giorni scorsi dal Comune Ceresole e dei casi isolati rilevati a Sanfrè, Sommariva Perno e Pocapaglia, mentre ad Alba si registra una riduzione: 11 casi contro i 16 segnalati dal Comune martedì.

Tornando a Bra, il Comune ribadisce l'importanza di seguire scrupolosamente le tre semplici ma fondamentali misure di prevenzione: l'uso delle mascherine, il rispetto delle distanze di sicurezza e il lavaggio frequente delle mani.

Durante i fine settimana – si ricorda –, volontari dell'Associazione Nazionale Carabinieri-Nucleo di Protezione Civile saranno presenti dalle 21 alle 24 nelle vie del centro cittadino per sensibilizzare la cittadinanza al rispetto delle norme anti-Covid, affiancati dalle forze dell'ordine e dalla Polizia Municipale e con la collaborazione dei gestori dei pubblici esercizi.  

Come previsto dall'ordinanza del Ministero della Salute del 17 agosto scorso, si ricorda che è obbligatorio indossare protezioni delle vie respiratorie dalle ore 18.00 alle ore 06.00 anche all’aperto, negli spazi di pertinenza dei luoghi e locali aperti al pubblico nonché negli spazi pubblici (piazze, slarghi, vie), ove per le caratteristiche fisiche sia più agevole il formarsi di assembramenti anche di natura spontanea e/o occasionale.
Inoltre, è sempre in vigore sull’intero territorio regionale l'obbligo di utilizzare protezioni delle vie respiratorie nei luoghi chiusi accessibili al pubblico, inclusi i mezzi di trasporto, in tutte le aree pertinenziali al chiuso e all’aperto dei centri commerciali e delle grandi superfici di vendita (parcheggi, giardini, aree gioco, piazzali antistanti ingressi) e in tutti i luoghi e le occasioni in cui non sia possibile garantire il mantenimento della distanza di sicurezza.

Redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium