/ Cronaca

Cronaca | 16 settembre 2020, 16:02

Fossano, addetto alla sicurezza aggredito all’ingresso di una discoteca: due giovani a processo per rapina

I fatti risalgono al 2018: “Gli avevo soltanto chiesto gentilmente di spostare l’auto”

Foto di repertorio

Foto di repertorio

Aveva chiesto “gentilmente” di spostare l’auto che impediva il passaggio presso l’ingresso di una discoteca di Fossano. I due avrebbero dapprima insultato l’addetto alla sicurezza, poi l’avrebbero colpito con una mazza da baseball e, prima di fuggire, derubato anche del telefono cellulare.

A processo davanti al tribunale di Cuneo con l’accusa di rapina e lesioni sono K.P, 29 anni, e R.H., 28enne, - difesi dall’avvocato Enrico Gallo - entrambi all’epoca residenti a Fossano e incensurati.

L’aggressione avvenne nella notte fra il 30 giugno e 1 luglio 2018. Secondo il racconto della presunta vittima, un 54enne di origine marocchina addetto alla sorveglianza, i due dopo aver dapprima acconsentito di spostare l’auto, seppur apostrofandolo con toni arroganti e avendogli lanciato contro due bottiglie senza colpirlo, erano tornati: “Ho visto il conducente dell’auto scendere con una mazza da baseball di metallo, ha spiegato il buttafuori.

Nel frattempo lo avevano raggiunto anche il titolare del locale e un altro addetto alla sicurezza, che era riuscito a bloccare il ragazzo dopo che questi aveva colpito con la mazza il braccio del collega, mentre l’amico sarebbe riuscito a sfilare dalla tasca il cellulare: Mi ero accorto di non averlo più. Nella custodia tenevo anche i documenti e i soldi”.

I due erano poi scappati, ma i carabinieri di Fossano li avevano rintracciati rapidamente grazie al numero della targa dell’auto, fotografata dal titolare della discoteca.

L’addetto alla sicurezza aveva riportato la frattura del polso destro, con una prognosi di 30 giorni: Se era solo per questo non li avrei denunciati, ma mi avevano anche rapinato. Non mi hanno neppure chiesto scusa e devono capire che bisogna rispettare le regole”.

Il processo prosegue il prossimo 23 settembre.

 









Monica Bruna

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium