/ Attualità

Attualità | 15 settembre 2020, 18:12

L’app mobile gratuita italiana Immuni scaricata da 5,9 milioni di utenti, il 15% della popolazione “target”

Download in crescita, 270mila solo nell’ultimo weekend, anche grazie a raccomandazioni e campagne di sensibilizzazione

L’app mobile gratuita italiana Immuni scaricata da 5,9 milioni di utenti, il 15% della popolazione “target”

L’app mobile gratuita italiana Immuni, in funzione da giugno sugli store online per contenere la diffusione del Covid-19, è stata scaricata attualmente da 5,9 milioni di persone, Si tratta del 15% della popolazione “target”, ovvero soggetti con più di 14 anni ed in possesso di uno smartphone. Ma i download sono in crescita: 270mila solo nell’ultimo weekend, come riferiscono fonti del Ministero dell’Innovazione.


Oltre alle numerose raccomandazioni, condivise anche dal Comitato Tecnico Scientifico, il Ministero della Salute ha lanciato una campagna di sensibilizzazione su web, radio e tv. Protagonista dell’ultimo spot apparso sul piccolo schermo è Flavio Insinna, che invita appunto gli italiani ad usarla, mentre da agosto c’è anche una pagina dedicata su Facebook, Twitter e Instagram.


Vale la pena fare un ripasso sul tema. Per prima cosa l’app non raccoglie dati che permettano di risalire all’identità di chi la usa, non chiede, né è in grado di ottenere, dati sensibili come nome, cognome, data di nascita, indirizzo, numero di telefono o indirizzo e-mail.


Seconda notizia: per determinare il contatto, Immuni sfrutta la tecnologia Bluetooth Low Energy e non utilizza dati di geolocalizzazione di alcun genere, inclusi quelli del Gps. Per tutto il resto c’è il sito ufficiale www.immuni.italia.it 

Silvia Gullino

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium