/ Attualità

Attualità | 11 settembre 2020, 09:27

Cinque per mille: la Fondazione Nuovo Ospedale si conferma prima beneficiaria della Granda

La campagna 2019 ha visto l’adesione di 8.954 contribuenti, che hanno consentito di portare alla causa dell’hospice di Bra 284mila euro. Sale così a quasi 2 milioni di euro la raccolta che la onlus collegata al plesso di Verduno ha realizzato dalle dichiarazioni dei redditi

La presentazione della campagna 2019 della Fondazione Nuovo Ospedale

La presentazione della campagna 2019 della Fondazione Nuovo Ospedale

Positiva conferma per la raccolta di fondi che la Fondazione Nuovo Ospedale attiva annualmente tramite il meccanismo del 5 per mille.  
Appena resi noti, i risultati della campagna 2019 parlano infatti di 8.901 preferenze accordate per 284.713,71 euro raccolti: un dato che segna una raccolta maggiore rispetto all’anno precedente, quando toccarono la cifra di 273.286,43 euro.
 
Risultati grazie ai quali la Fondazione Nuovo Ospedale Alba-Bra Onlus si conferma essere la prima destinataria del 5x1000 nella provincia di Cuneo, 7ª in Piemonte e tra i primi 150 enti non profit d’Italia (su un elenco di oltre 50.000 enti iscritti).
 
“Anche se ci sta mettendo alla prova sotto molti aspetti, il 2020 è un anno di grandi conferme. Dopo un decennio di sfide, quando abbiamo saputo i risultati della campagna 5x1000 del 2019 pubblicate anzitempo – ha dichiarato Luciano Scalise, direttore della Fondazione –. Ci siamo sentiti orgogliosi di far parte di un territorio che tanto ha dato per il bene comune e che tanto sta ancora donando. I mesi scorsi ci hanno portato ad accompagnare il percorso di apertura dell’ospedale con il completamento degli impegni assunti in passato. Con l’attivazione del nuovo nosocomio a Verduno, la Fondazione non esaurisce la sua funzione, ma continua a fianco dell’Asl Cn2 per contribuire a riempire di contenuti sanitari di eccellenza la nuova struttura, a partire dai medici per i quali è stata lanciata la campagna Adotta un Medico Specializzando per sopperire alle necessità del nuovo nosocomio.

Con la campagna 5x1000 del 2018 'Miriamo Dritti al Cancro' avevamo preso l’impegno di portare la Radioterapia a Verduno. Anche grazie al sostegno della Regione Piemonte e della Fondazione Crc è un obiettivo che si sta raggiungendo. Nel mese di luglio 2020 abbiamo ultimato gli acquisti tecnologici e la prossima ristrutturazione dell’area (ad opera dell’Asl Cn2) inizierà tra la fine di settembre e l’inizio di ottobre.
 
Con la campagna 5x1000 del 2019 'Dalla Cura al Prendersi Cura' (i cui fondi non sono ancora stati incassati) il nostro obiettivo sarà di supportare l’Hospice dell’Asl Cn2. Un luogo interno al vecchio plesso ospedaliero Santo Spirito di Bra, dove si possa operare per dare conforto ed il maggior benessere possibile a tutte quelle persone che vivranno le ultime fasi di vita assieme ai loro familiari in contesto ospedaliero".
 
Attraverso il 5x1000 sono stati raccolti dal 2009 al 2019, 1.930.945,03 euro utilizzati per intervenire su diverse emergenze dei vecchi due ospedali e rendere una struttura d’avanguardia il nuovo Ospedale a Verduno: le sale d’attesa del Dea degli ospedali di Alba e Bra, la Tac e l’ecografo, i solleva-pazienti elettrici a binario, l’acquisto dei letti elettrici, una parte delle attrezzature e l’arredo per attivare il Servizio di Radioterapia, sono alcuni dei progetti realizzati anche grazie a quanto devoluto negli anni.
 
“Non possiamo che ringraziare tutti coloro che hanno creduto nell’operato della Fondazione e che tutti gli anni ci sostengono e ci aiutano - ha spiegato Bruno Ceretto, presidente della Fondazione –. Proprio quest’anno non allentiamo il supporto all’ospedale e continuiamo a destinare il 5 x 1000, scrivendo sulla dichiarazione dei redditi il codice fiscale 90041890048 della Fondazione Nuovo Ospedale Alba-Bra.  Il 5x1000 è gratis, ma vale molto per la salute di tutti. Dal prossimo anno accademico contribuiremo a finanziare 6 borse di studio nelle specialità individuate congiuntamente con la direzione generale dell’Asl Cn2 Alba-Bra in base alle più urgenti necessità ospedaliere (2 in Anestesia, 1 Rianimazione, Terapia Intensiva e del Dolore 1 in Medicina Interna, 1 in Medicina d'Emergenza-Urgenza 1 Pediatria: tutti della durata di 5 anni, 1 in Psichiatria: durata 4 anni). Insieme la nostra comunità di Alba-Bra-Langhe-Roero può contribuire a far crescere un grande ospedale al servizio di tutti.”

Redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium