/ Attualità

Attualità | 04 settembre 2020, 10:18

15 euro al giorno per gli stagionali in isolamento fiduciario o contagiati: il provvedimento operativo nei prossimi giorni

Promosso dalle sigle di categoria Flai CGIL, Fai CISL e Uila UIL nella giornata di ieri al tavolo dell’Ente Bilaterale EBAT Favla e che - sostengono le parti sociali - diventerà operativo nei prossimi giorni. I sindacati: "Risultato importante raggiunto anche grazie al supporto delle associazioni datoriali"

15 euro al giorno per gli stagionali in isolamento fiduciario o contagiati: il provvedimento operativo nei prossimi giorni

Un'indennità giornaliera di mancato reddito per ogni giorno di isolamento fiduciario dei lavoratori stagionali. E' il provvedimento promosso dai sindacati di categoria Flai CGIL, Fai CISL e Uila UIL nella giornata di ieri al tavolo dell’Ente Bilaterale EBAT Favla e che - sostengono le parti sociali - diventerà operativo nei prossimi giorni.   

Il compenso del valore di 15 euro al giorno si calcola agli stagionali che sono costretti a sospendere l'attività lavorativa a seguito di constatazione delle autorità sanitarie di contrazione del virus o di isolamento fiduciario nel caso in cui alloggino nella struttura in cui è presente un contagio.

"Un risultato importante
- scrivono in una nota le tre segreterie confederali - raggiunto anche grazie al supporto delle associazioni datoriali, che consente anche a chi non ha diritto al sussidio, perché non ha raggiunto le giornate lavorative annue necessarie, un sostegno economico che garantisce un minimo di autosufficienza durante il periodo di isolamento e quarantena."


"Gli ospiti dell'accoglienza diffusa
- continua la nota - sono sottoposti a controlli periodici delle autorità sanitarie, nel rispetto dei protocolli di sicurezza che hanno permesso l'apertura delle strutture e garantito anche quest'anno la manodopera necessaria alla raccolta della frutta in un alveo di legalità e tutela della salute. L'obiettivo è garantire la salute non soltanto all'interno delle strutture, ma nelle aziende in cui i braccianti sono assunti e nelle comunità in cui alloggiano."

"Resta da sciogliere - concludono - il nodo della struttura che dovrebbe accogliere i positivi per il periodo di isolamento. Flai CGIL, Fai CISL e Uila UIL, attendono da tempo una risposta in merito da parte delle autorità competenti in materia di sanità."

redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium