/ Cronaca

Cronaca | 02 agosto 2020, 17:44

Disabile cade con la sedia a rotelle sul lungolago di Pontechianale: salvata dal Soccorso alpino

Il marito spingeva la sedia a rotelle ma, anziché seguire il sentiero sul lungolago, ha imboccato un sentiero utilizzato dai pescatori e non è riuscito a tenerla sul sentiero. Imbragata dagli operatori del Soccorso alpino, è stata riportata a Castello. Da qui, poi, è stata trasportata da un’ambulanza in pronto soccorso

Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Una donna, disabile, è stata soccorsa ieri (sabato) dal Soccorso alpino della Quattordicesima delegazione “Monviso”, dopo esser caduta, con la sedia a rotelle, a pochi metri dal lago del bacino artificiale di Pontechianale.  

La donna si trovava insieme al marito, che spingeva la sedia a rotelle. Superata la diga di località Castello, anziché seguire il sentiero sul lungolago, ha imboccato un sentiero utilizzato dai pescatori. Ad un tratto, complice il sentiero stretto e sconnesso, non è riuscito a tenere la sedia a rotelle, caduta nel ripido pendio del lungolago.

Dopo un volo di una quindicina di metri, la donna si è fermata su una pietra, ad appena un metro dall’acqua del lago.

È subito scattato l’allarme. Sul posto, in contatto con il capostazione di Casteldelfino Duilio Campra, si è recato anche il capodelegazione del Soccorso alpino Luigi Richard. I soccorritori hanno imbragato la donna, riportandola sul sentiero e accompagnandola a Castello.

Qui, la donna è stata visitata dall’equipe sanitaria dell’automedica di Sampeyre, che stava rientrando da un altro intervento. Il medico ha inviato la donna in pronto soccorso, per gli ulteriori accertamenti del caso.

Nicolò Bertola

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium