/ Attualità

Attualità | 31 luglio 2020, 13:12

L'elicicoltura del futuro tra nuove frontiere e sviluppo digitale, convegno in Confindustria Cuneo

L'iniziativa dal titolo "Strumenti di ricerca per uno sviluppo digitale dell’Economia Elicoidale" intende valutare le possibilità di sviluppo di questo importante ambito per il nostro territorio in chiave innovativa e rivolta al futuro

L'elicicoltura del futuro tra nuove frontiere e sviluppo digitale, convegno in Confindustria Cuneo

Convegno questa mattina, venerdì 31 luglio, sul tema dell'elicicoltura presso la sede di Confindustria Cuneo in corso Dante.

"L’elicicoltura - scrive l'Istituto Internazionale dell'Elicicoltura di Cherasco - ha una propria capitale universalmente riconosciuta: la città di Cherasco. Qui è nata l’intuizione di sviluppare un sistema di allevamento di chiocciole da gastronomia, emancipandosi così dalla tradizionale raccolta in natura, per cercare di ottenere un prodotto rispondente a standard qualitativi superiori e migliori rese in cucina."

L'iniziativa dal titolo "Strumenti di ricerca per uno sviluppo digitale dell’Economia Elicoidale" intende valutare le possibilità di sviluppo di questo importante ambito per il nostro territorio in chiave innovativa e rivolta al futuro.

"L’attività dell’Istituto Internazionale di Elicicoltura
- spiega l'Istituto - è stata orientata nei primi decenni al miglioramento delle attività di gestione dell’impianto, dell’aumento della quantità di prodotto per recinto e di caratterizzazione del sapore attraverso la somministrazione di specifiche varietà di vegetali. Questo livello di impegno e specializzazione ha permesso di raggiungere un solido accreditamento come principale interlocutore del settore. La nuova fase, iniziata nel 2016, impone di guardare al futuro dell’Istituto come promotore di una cultura di filiera capace di valorizzare tutte le potenzialità dell’animale (food -bava - benessere – formazione – didattica – sostegno alle fragilità) ma, anche e soprattutto, di diventare riferimento assoluto in ambito scientifico con il supporto degli attori più autorevoli."

"La nuova prospettiva - concludono - intende rafforzare il concetto di Economia Elicoidale, ovvero di una filiera ampia, diversificata, sostenibile, innovativa e ricca di valore."

L'iniziativa presentata oggi è patrocinata dalla Città di Cherasco, Confindustria Cuneo, Camera di commercio di Cuneo, Istituto Zooprofilattico del Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta, Regione Piemonte, Banca BCC.

Nel video la diretta della conferenza trasmessa dalla sede confindustriale cuneese.



I progetti di Studio

L’Istituto Internazionale di Elicicoltura ha costruito una stretta attività di collaborazione, nell’ambito delle attività di Ricerca & Sviluppo, con l’Istituto Zooprofilattico Piemonte Liguria Valle d’Aosta, il Dipartimento di Scienze Veterinarie dell’Università di Torino l’ASL Ufficio Veterinario.

Sono state indagate e discusse le possibili aree di intervento, che abbracciano i temi della sostenibilità ambientale, la tutela sanitaria, la tracciabilità, l’indagine territoriale, le potenzialità della bava di lumaca nelle applicazioni cosmetiche/curative e gli aspetti di natura normativa.

Su queste basi è stato definito un Accordo Quadro per la definizione delle ricerche e l’istituzione del gruppo di lavoro interdisciplinare.

La seconda attività si concentra, invece, nello studio delle applicazioni dell’agricoltura simbiotica assieme al Consorzio della Granda del Dott. Sergio Capaldo. L’indagine servirà a raggiungere un livello di comprensione più qualificato rispetto alle ricadute positive derivanti dalla diffusione di un sistema agricolo che valorizzi la tutela della ricchezza del terreno, a discapito delle pratiche tradizionali che hanno sconvolto il ciclo del fosforo e dell’azoto.

Obiettivi

Il Convegno del 31 luglio si pone l’obiettivo di anticipare il valore dei contenuti del progetto HELIX 2020 e di comunicare in maniera definitiva la scelta di campo del settore ma, anche, il desiderio di costruire sinergie forti ed ampie con tutti coloro che hanno il medesimo orizzonte di valori.

Il confronto sarà inoltre l’occasione per anticipare la nuova sfida ed il nuovo orizzonte a cui stiamo lavorando, ovvero l’adozione di un approccio digitale per l’acquisizione di dati ed informazioni utili alla produzione di qualità, al miglioramento della quantità, al monitoraggio dei parametri di interesse per la tutela del consumatore.

Questo progetto, inoltre, è frutto di una collaborazione attiva ed entusiasta tra soggetti (nel settore produttivo, dei servizi e delle istituzioni) che operano nella provincia di Cuneo; dimostrando così, ancora una volta, la grande capacità di visione e reazione di questo territorio.

redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium