/ Cronaca

Cronaca | 30 luglio 2020, 14:37

Morte sul lavoro ad Alassio, eseguita l'autopsia: l'operaio di Fossano deceduto per un trauma da schiacciamento

Matteo Giaccardi di Fossano sarebbe rimasto schiacciato sotto un escavatore che caricava 26 quintali di cemento e avrebbe subito una serie di fratture multiple principalmente toraciche, e un grave trauma addominale

Morte sul lavoro ad Alassio, eseguita l'autopsia: l'operaio di Fossano deceduto per un trauma da schiacciamento

La morte sarebbe sopraggiunta a causa di importanti lesioni interne e una conseguente grande perdita di sangue.

Questa la causa del decesso dopo l'autopsia effettuata dal medico legale sul corpo di Matteo Giaccardi, l'operaio di Fossano deceduto a 37 anni in seguito ad incidente sul lavoro avvenuto all'interno di un cantiere edile ad Alassio in via Cardellino. 

L'uomo sarebbe rimasto schiacciato sotto un trattore che caricava 26 quintali di cemento e avrebbe subito una serie di fratture multiple, principalmente a livello toracico, e un grave trauma addominale, che gli sarebbero state fatali.

Sul posto si era immediatamente recato il personale sanitario della Croce Bianca di Albenga, ma erano stati vani i tentativi di rianimare la vittima, le cui condizioni erano apparse gravi fin da subito. Presenti anche i Vigili del Fuoco per le operazioni di sollevamento e rimozione del mezzo.

Il Pm Claudio Martini aveva disposto l'esame autoptico, aperto un fascicolo per omicidio colposo a carico di ignoti e posto sotto sequestro l'area.

Il 37enne lascia la moglie Chiara Gazzola e Filippo, il figlioletto di soli 4 anni. Lascia anche i genitori e la bisnonna, oltre a tanti parenti e amici.

L'ultimo saluto sabato 1 agosto, alle 11.30, al cimitero di Fossano.

Luciano Parodi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium