/ Cronaca

Cronaca | 28 luglio 2020, 11:00

Commessa salva la vita ad un neonato che stava soffocando: è successo all'OVS di Mondovicino

Domenica 26 luglio attorno alle 15. La commessa, in quel momento alla cassa, ha agito in modo tempestivo, evitando il peggio. La segnalazione è di un lettore, che ha sottolineato la prontezza e la lucidità della donna

Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Domenica pomeriggio, verso le 15. Saldi iniziati il giorno prima e tante persone all'interno dello store OVS di Mondovicino.

Trambusto, le urla di una madre che vede il suo bimbo, un neonato, diventare cianotico. La cassiera, una donna di 30 anni, abbandona la postazione e si lancia a soccorrerlo, applicando la manovra salvavita per un paio di minuti ed evitandone il soffocamento.

A segnalare l'episodio un nostro lettore, che ci ha scritto evidenziando la prontezza di questa giovane donna, capace di restare lucida e di mettere in atto la manovra corretta, appresa durante i corsi di addestramento che l'azienda stessa organizza per alcuni dei propri dipendenti, garantendo quindi sempre la presenza di alcuni membri dello staff in grado di gestire diversi tipi di emergenze. 

Il direttore, nel frattempo, aveva chiamato i soccorsi, andando poi ad aspettare l'arrivo dell'ambulanza. I genitori, dapprima comprensibilmente sconvolti, una volta tranquillizzati hanno quindi ringraziato la commessa e tutto il personale del negozio per aver agito in modo così tempestivo, salvando la vita del loro bambino.

L'episodio è stato confermato dal direttore, che però non ha potuto rilasciare dichiarazioni, così come non ha potuto farci avere il nome della cassiera, in quanto non autorizzato. A lei vanno anche i complimenti della persona che ci ha scritto: "Questa commessa ha salvato la vita del bambino... penso sia degno di nota!"

Lo è sicuramente, come lo è evidenziare la serietà di un'azienda che forma il proprio personale.

 

barbara simonelli

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium