/ Agricoltura

Agricoltura | 20 luglio 2020, 15:24

Assemblea Piemonte Latte 2020: "Rappresentiamo il 15% di tutto il latte piemontese"

Ecco i numeri: raddoppiata la raccolta di latte in cinque anni, fatturato di 65 milioni di euro, 300 soci in 5 provincie

Assemblea Piemonte Latte 2020: "Rappresentiamo il 15% di tutto il latte piemontese"

Sabato 11 luglio 2020, in un’atmosfera surreale legata all’emergenza COVID 19, si è tenuta l’assemblea di Piemonte Latte in modalità da remoto. Presenti di persona, opportunatamente distanziati, unicamente gli undici Consiglieri e il Collegio Sindacale.

Alcuni numeri per rendere il senso di Piemonte Latte oggi: una raccolta pari a 1.550.000 hl, in costante crescita rispetto agli anni passati, praticamente raddoppiata negli ultimi 5 anni; un fatturato superiore ai 65 milioni di euro. Ma soprattutto emerge il tratto di una Cooperativa che rappresenta circa il 15% di tutto il latte piemontese, con circa 300 soci distribuiti su 5 provincie piemontesi: Cuneo, Torino, Asti, Alessandria e Vercelli.

Piemonte Latte è tra i principali fornitori del polverizzatore Inalpi/Ferrero con oltre 100 stalle certificate con una fornitura superiore ai 400.000 hl base annua ma, oltre al grande e storico cliente Inalpi, ha altri 40 clienti piccoli medi e grandi distribuiti tra Piemonte, Lombardia, Veneto, Marche e Centro/Sud Italia.

Un cenno a parte per l’emergenza Covid19 che ha portato con se conseguenze anche in Piemonte Latte. Nel momento di picco di lattazione - con un ulteriore aumento di Soci e quindi di raccolta latte - ha dovuto fronteggiare una pesante crisi di mercato, ora per fortuna in fase di attenuazione. Nonostante ciò, pur dovendo smaltire e in taluni casi svendere ingenti quantità di latte, Piemonte Latte si è sforzata di mantenere il livello dell’acconto su valori nella media del mercato con una tabella qualità fra le migliori della Regione Piemonte, ma ciò che più conta è riuscita a continuare a pagare il latte ai Soci a 20 giorni fine mese contro i canonici 60 giorni previsti normalmente dalla contrattualistica con un grosso vantaggio per la liquidità delle stalle dei Soci.

“Siamo una realtà semplice che ha nei propri i soci il proprio grande valore aggiunto - spiega il presidente Roberto Morello - Piemonte Latte si occupa di raccolta, consegne, centralizzazione nei propri silos che hanno una capacità di stoccaggio di 3.000 hl, e spedizione. Obiettivo della nostra cooperativa è sempre stato quello di riuscire a valorizzare al meglio il latte dei Soci puntando sulla qualità e sul servizio ai clienti. Benessere animale, buone pratiche aziendali, uso controllato del farmaco, adesione ai citati protocolli Inalpi/Ferrero, ai protocolli Centrale del Latte di Alessandria e Asti, alle certificazioni del latte/stalle per forniture formaggi dop, produzione bio, sono le direttrici adottate ormai da anni da Piemonte Latte e dai propri Soci per stare al passo con i tempi e rispondere alle esigenze del mercato in costante evoluzione. Ed è grazie al grande spirito di squadra, cooperativo, che stiamo cercando di superare insieme anche le problematiche legate all’emergenza COVID 19. La certezza che abbiamo è che la qualità del prodotto sarà sempre più importante e avremo la responsabilità di continuare a lavorare per garantire il miglior latte piemontese ai nostri consumatori”. 

Comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium