/ Attualità

Attualità | 15 luglio 2020, 18:01

Stamperia Miroglio, i sindacati: "Lavoriamo per una ricollocazione interna di quanti non pensionabili"

Dopo l'incontro con il sindaco albese Carlo Bo, domani il nuovo confronto con l'azienda e martedì prossimo appuntamento con la Regione. Montanaro (UilTec): "Valuteremo anche assunzioni in altre realtà aziendali sul territorio che hanno dato disponibilità"

Un momento della manifestazione odierna dei lavoratori della Stamperia Miroglio

Un momento della manifestazione odierna dei lavoratori della Stamperia Miroglio

A margine della protesta andata in scena nella mattinata di oggi, ai piedi del Municipio albese, RSU e rappresentanti sindacali hanno salito lo scalone che conduce all'ufficio del sindaco albese Carlo Bo: oggetto dell'incontro, la situazione della Stamperia Miroglio di Govone, la cui chiusura minaccia il futuro di 151 lavoratori e delle loro famiglie.

"Nell'incontro di questa mattina in Municipio abbiamo percepito la vicinanza delle istituzioni e del sindaco in particolare, che ha già incontrato la proprietà - afferma Vito Montanaro, segretario territoriale UliTec per le province di Cuneo e Asti -. La difficoltà del gruppo c’era e c’è tuttora, e la strada della cessata attività sembrava essere inevitabile. Il sindaco Bo ci ha poi annunciato di aver parlato con diverse aziende del territorio quali Ferrero, Egea e Gruppo Mollo che sarebbero disponibili a valutare delle ricollocazioni: è un discorso che dovremo approfondire istituendo un tavolo di confronto con istituzioni, azienda, rappresentanti di Confindustria, oltre a sindacati e RSU".

"Domani - prosegue Montanaro - sarà fondamentale l'incontro con i vertici dell'azienda, ai quali presenteremo le nostre richieste per una ricollocazione interna in altri siti del Gruppo Miroglio mantenendo alcune attività presenti fino a pochi giorni fa nella Stamperia di Govone, ragionando poi su possibili pensionamenti e valutando le richieste per profili professionali che possano ricollocarsi presso altre aziende".

"Martedì prossimo, 21 luglio - chiude infine il sindacalista UilTec -, avremo quindi un incontro in Regione, nel tardo pomeriggio, chiedendo alle istituzioni regionali di stare vicini ai colleghi e amici che si ritrovano, da un momento all'altro, in mezzo alla strada".

Nel video, le parole di Vito Montanaro prima dell'incontro con il sindaco di Alba, Carlo Bo.

P.R.

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium