/ Attualità

Attualità | 13 luglio 2020, 15:07

Dago e Gagliasso (Lega): “Un piano regionale per aiutare i piccoli allevatori dalle azioni predatorie del lupo”

la Quinta commissione Ambiente, presieduta dal consigliere regionale della Lega Angelo Dago e dal suo vice Matteo Gagliasso, ha visitato il Centro faunistico “Uomini e lupi” di Entracque per affrontare il tema della convivenza tra le nostre comunità e i lupi

Dago e Gagliasso (Lega): “Un piano regionale per aiutare i piccoli allevatori dalle azioni predatorie del lupo”

Lo scorso venerdì, 10 luglio, la Quinta commissione Ambiente, presieduta dal consigliere regionale della Lega Angelo Dago e dal suo vice Matteo Gagliasso, ha visitato il Centro faunistico “Uomini e lupi” di Entracque per affrontare il tema della convivenza tra le nostre comunità e i lupi, ribadendo la necessità di tutelare i piccoli allevatori di montagna anche creando una filiera per la promozione e la diffusione dei loro prodotti.

“In questa direzione, abbiamo potuto apprezzare gli interventi messi in campo dall’area protetta delle Alpi Marittime - commentano i due consiglieri del Carroccio -, in particolare per mitigare gli effetti della predazione e per creare un equilibrio nel quale la convivenza tra l’uomo e il lupo non rappresenti un pericolo. Il nostro auspicio è quindi quello che la Regione possa accelerare l’iter per i risarcimenti già previsti per le greggi e che si possa creare un modello che riservi una ancor più incisiva attenzione per i piccoli allevatori di montagna e per la loro funzione di presidio e di tutela dei nostri territori. E’ purtroppo evidente che, dove la gestione della convivenza con i lupi non è ottimale, i danni ai piccoli allevamenti di montagna non siano più sostenibili. Per questo motivo occorrerà agire su due direttrici. Da una parte potenziare i fondi per i piani di prevenzione, con l’acquisto di reti per gli sbarramenti e di cani da pastore per la difesa delle greggi. Dall’altra occorrerà elaborare un piano di valorizzazione dei prodotti dei piccoli allevatori, per promuovere i frutti della loro attività, dalla lana per il tessile ai formaggi, e sostenere quindi il loro storico e fondamentale ruolo per le nostre montagne”.



comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium