/ Attualità

Attualità | 11 luglio 2020, 15:37

Ops di Intesa San Paolo su UBI Banca, la Lega in conferenza: "Troppo silenzio da parte della Fondazione CRC. Decisione che va condivisa con territorio e istituzioni" (VIDEO)

Stamattina in sala San Giovanni gli esponenti della Lega provinciale hanno chiesto di poter essere informati, anche per dare risposte ai propri elettori in un momento di grande crisi economica e sociale

Ops di Intesa San Paolo su UBI Banca, la Lega in conferenza: "Troppo silenzio da parte della Fondazione CRC. Decisione che va condivisa con territorio e istituzioni" (VIDEO)

E' dallo scorso 17 febbraio che si parla dell'Offerta Pubblica di Scambio lanciata da Intesa-San Paolo su UBI Banca.

Nel corso dei mesi i giornali, in particolare quelli che si occupano di Finanza, si sono occupati a più riprese della vicenda. Fino ad arrivare allo scorso 6 luglio, data nella quale è ufficialmente partita l'Offerta, con le relative adesioni da parte dei soci di UBI Banca, che dovranno decidere entro il prossimo 28 luglio.

Quali saranno le ricadute sul tessuto economico e produttivo della provincia di Cuneo, qualora l'operazione andasse in porto? E se non fosse così? La Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, che ha in UBI poco meno del 6% di azioni, avrà un ruolo di peso nel raggiungimento del 50% della soglia (controllo) o del 66% (fusione), come ha evidenziato Simone Mauro, segretario cittadino della Lega Salvini Premier stamattina nel corso della conferenza stampa indetta in Sala San Giovanni.

"La situazione economica è gravissima. Il secondo trimestre, in Granda, segna un -18% per la produzione industriale. Il grande rischio è quello della mancanza di liquidità per le imprese. Il tema Ubi-Intesa San Paolo è fondamentale. Quali saranno le conseguenze, nel caso in cui la fusione andasse in porto. E in caso contrario? I tempi sono stretti", ha detto. 

"Forse non è il luogo, ma è sicuramente il tempo di essere informati", ha esordito Flavio Gastaldi, parlamentare e sindaco di Genola. Gastaldi ha evidenziato come sia fondamentale dare risposte al territorio e agli amministratori.

"I nostri elettori ci chiedono cosa succederà - gli fa eco il senatore Giorgio Maria Bergesio. Con umiltà, chiediamo di essere messi al corrente delle ricadute sul nostro territorio. Siamo in un momento economico difficilissimo e delicato. La rilevanza di questa operazione - se si farà o non si farà - rende necessario un confronto con la comunità locale, chiaro e trasparente".

"Chiediamo alla Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, considerato il forse eccessivo silenzio da parte della stessa fino ad oggi, di farsi promotrice di incontri con gli eletti e i rappresentanti delle amministrazioni pubbliche in causa, per poter condividere una decisione di tale portata".

Nel video parte degli interventi di Gastaldi e Bergesio.

 

Barbara Simonelli

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium