/ Attualità

Attualità | 11 luglio 2020, 16:05

Il professore cuneese Pier Cristoforo Rossaro è il primo Google Trainer della provincia di Cuneo

Insegna matematica e scienze. In questo periodo di didattica a distanza ha sfruttato le sue competenze per aiutare colleghi e studenti. "Se utilizzate nel modo giusto, queste tecnologie sono davvero utli"

Il professore cuneese Pier Cristoforo Rossaro è il primo Google Trainer della provincia di Cuneo

Pier Cristoforo Rossaro è prof di mate e scienze nella secondaria di primo grado appassionato di tecnologia e didattica digitale.

E mai come quest'anno ha potuto mettere a frutto le sue competenze.

"La DAD (Didattica A Distanza) è stato uno sconvolgimento notevole, ma poi ci si è resi conto di quanto si poteva crescere professionalmente in questo periodo critico.

A novembre ho seguito un corso organizzato dall’IC Cuneo Oltrestura, condotto dalla relatrice Daniela Bernardino, una Google Trainer. Chi è un Google Trainer? Uno “smanettone” particolarmente bravo con le Google App che si mette a disposizione degli insegnanti per passar loro competenze che al giorno d’oggi sono diventate imprescindibili.


Sono subito rimasto affascinato dalla possibilità di aiutare i colleghi ed in generale le scuole e mi sono detto: “Beh, potrei provarci anch’io...”. Pensando di avere già competenze informatiche più che discrete mi sono informato meglio ed ho scoperto che il percorso era piuttosto articolato.


Ci sono tre esami da sostenere: il primo e il secondo ciascuno di tre ore testano sì le conoscenze, ma soprattutto si soffermano su ciò che si sa fare nell’operativo. Il terzo è dedicato a chi vuol diventare Google Trainer: ci si deve candidare ed aver già condotto dei corsi a tema Google ai docenti.

Se la candidatura viene accettata si diventa “Google Trainer Certificato” e si ha anche la possibilità di entrare in contatto con altri Trainer presenti in tutto il mondo, per puoi sviluppare ulteriormente le proprie competenze digitali e trasmetterle a colleghi, alunni e docenti di altre scuole.

"Per ora in Italia siamo circa 40 Google Trainer e posso dire di sentirmi particolarmente orgoglioso di essere il primo in provincia di Cuneo. Tuttavia la la cosa che più mi importa è di poter sostenere le scuole attraverso modalità di insegnamento e metodologia didattiche che, se utilizzate nei giusti modi, possono arricchire il bagaglio culturale sia degli insegnanti che degli studenti".

Redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium