/ Scuola e corsi

Scuola e corsi | 09 luglio 2020, 08:30

All'Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo per la prima volta dall’emergenza Covid-19 torna la discussione in presenza

Venerdì 10 luglio 2020 la sessione estiva di laurea

All'Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo per la prima volta dall’emergenza Covid-19 torna la discussione in presenza


A Pollenzo si tiene venerdì 10 luglio in mattinata la prima sessione di laurea a modalità “mista”, ossia in parte in presenza e in parte online, dall’inizio della crisi epidemiologica Covid-19.

La giornata marca uno spartiacque per due motivi, però.

In primo luogo si tratta della prima possibilità data ai laureandi di discutere e presentare il loro elaborato finale in presenza, pur con tutte le restrizioni sanitarie del caso (solo il laureando può entrare nell’aula per la discussione, mentre familiari e amici sostano fuori dall’aula per evitare assembramenti).

In seconda battuta, questa seduta estiva vede laurearsi i primi tre studenti del corso di laurea magistrale in Food Innovation & Management, ossia appartenente alla nuova classe di laurea nata nel 2017 su iniziativa dell’allora Ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli sul modello didattico dell’esperienza di Pollenzo. Un motivo di orgoglio ed un riconoscimento importante per essere stati modello per il Ministero grazie all’unicità e alla originalità della proposta formativa legata alle scienze gastronomiche.

Ecco gli laureandi e le loro tesi.

Corso di Laurea Magistrale in Food Innovation & Management

Fabrizio Fiorillo, 24 anni da Foggia, discute la tesi dal titolo: “Minimum durability date and its direct impact on food waste at European level”, relatore il prof. Michele Antonio Fino.

Giovanni Nesi, 23 anni da Roma, discute la tesi dal titolo: “The integration between the economical performances and the social efforts of the companies: the benchmarking of the Best Companies to Work For®”, relatrice la prof.ssa Donatella Saccone.

Federica Giardino, da Alpignano (TO) discute la tesi dal titolo: “Covid-19 emergency and its consequences on the European Food Sector. The case of Italy”, relatrice la prof.ssa Donatella Saccone.

Corso di Laurea Triennale in Scienze Gastronomiche

Ben Siman Tov, 27 anni da Israele, discute la tesi dal titolo: “Gluten? It Is Not Your Problem”, relatrice la prof.ssa Gabriella Morini.

Achi Dakar Raanan, 30 anni da Israele, discute la tesi dal titolo: “Food as a Tool to Build a Nation”, relatore il prof. Simone Cinotto.

Onurcan Arman, 21 anni dalla Turchia, discute la tesi dal titolo: “Pistachio and its Social, Cultural and Economic Aspects. Case Study: Gaziantep”, relatore il prof. Andrea Pieroni.

Ilaria Abbà, 21 anni da Collegno (TO), discute in presenza a Pollenzo la tesi dal titolo: “Il costo ambientale e umano dietro il cibo a basso prezzo: come la certificazione Fair Trade crea valore e capitale sociale tra gli stakeholders”, relatore il prof. Lorenzo Bairati.      

Federico Montanari, 22 anni da Castelnuovo Rangone (MO), discute in presenza a Pollenzo la tesi dal titolo: “Eco-design Digitale”, relatore il prof. Franco Fassio.

Luisa Pellerano, 22 anni da Genova, discute in presenza a Pollenzo la tesi dal titolo: “Economia Circolare in azienda – una review degli indicatori esistenti e la proposta del Circularity Indicator For Food”, relatore il prof. Franco Fassio.

Carlotta Pischedda, 22 anni da Roma, discute in presenza a Pollenzo la tesi dal titolo: “The case for indigenous bush food in contemporary Australian gastronomy”, relatore il prof. Gabriele Volpato.

Chiara Viretto, 22 anni da Albiano d’Ivrea (TO), discute in presenza a Pollenzo la tesi dal titolo: “La forma e il colore del gusto - Influenza della forma e del colore del piatto sulla percezione sensoriale e sul gradimento degli alimenti", relatrice la prof.ssa Luisa Torri.

 

Comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium