/ Al Direttore

Al Direttore | 03 luglio 2020, 14:54

"Caro presidente Cirio, mia madre di 90 anni si sente abbandonata e io mi sento abbandonata dalla politica"

Riceviamo e pubblichiamo

"Caro presidente Cirio, mia madre di 90 anni si sente abbandonata e io mi sento abbandonata dalla politica"

Buongiorno Presidente,

Le scrivo da Cuneo dove mia mamma di 90 anni - autosufficiente - è ospite della residenza Fondazione Casa Famiglia di Corso Dante dal mese di settembre 2018. Ad oggi la residenza è covid-free e ieri il Direttore ci ha inoltrato le nuove linee guida della Regione Piemonte che sono ancora più restrittive rispetto a quelle attuali e ne sono rimasta allibita. Gli anziani -  possono vedere in un salone, neanche nel parco - due persone (noi siamo tre fratelli) una volta alla settimana, forse per 15 minuti, dietro il plexiglass e con il personale che controlla. Quindi la struttura non è più una residenza per anziani ma un carcere: portiamo tutto quanto è loro necessario, ma è questo che serve loro veramente? e fino a quando sarà così? fino a quando non potranno incontrarci nel parco, fino a quando non potranno uscire per una passeggiata con noi?

Devono essere protetti certo, ma non a queste condizioni.

Ho preso la decisione di scriverLe perchè  voglio comunicarLe la mia sofferenza e insofferenza per questa situazione e le ultime Sue decisioni in merito alle RSA e RAA.
Mia madre si sente abbandonata da noi figli, così come gli altri anziani, e io mi sento abbandonata dalla politica, anzi dalle decisioni dei politici.

La ringrazio per l'attenzione e spero vivamente che le attuali linee guida diventino meno restrittive e più attente ai bisogni essenziali dei nostri anziani e delle rispettive famiglie, pur con tutte le attenzioni che questo momento difficile richiede. In attesa di risposta.

Distinti saluti

Elena Falco - Cuneo

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium