/ Attualità

Attualità | 01 luglio 2020, 14:01

At-Cn e non solo: due incontri per fare il punto sullo stato dei trasporti in Langhe e Roero

Venerdì sera a Bra il momento informativo sull’autostrada promosso dall’Osservatorio Tutela Paesaggio e dal Comitato Sì-Sì-Sì. Sabato a Dogliani il convegno promosso dall’associazione Spiriti Liberi

At-Cn e non solo: due incontri per fare il punto sullo stato dei trasporti in Langhe e Roero

"Raccontare tutte le verità, le ragioni dello scandaloso ritardo nel completamento dell’autostrada, gli obiettivi raggiunti e i temi ancora negoziabili".
Questi i propositi coi quali l’Osservatorio per la Tutela del Paesaggio di Langhe e Roero e il Comitato Sì-Sì-Sì organizzano per la serata di venerdì 3 luglio l’incontro dal titolo "Asti-Cuneo. Un lavoro da terminare".

Il seminario, in programma presso la Sala Arpino di Largo della Resistenza 15 a Bra, con inizio alle ore 21, punta a fare il punto sull’iter di completamento dell’autostrada alla luce anche di quanto detto lo scorso 19 giugno presso il castello di Grinzane, sede del confronto che la Regione Piemonte ha tenuto coi vertici della società concessionaria. "Racconteremo ai cittadini fatti concreti e ascolteremo le loro istanze, alla presenza degli amministratori del territorio", fanno ora sapere gli organizzatori.

L’incontro braidese precede quello che il sodalizio Spiriti Liberi organizza per la mattinata successiva, sabato 4 luglio, a Dogliani, col titolo "Quali trasporti in Langhe e Roero... per essere al centro e non ai margini del mondo?".
L’obiettivo del convegno, in programma dalle ore 10 alle 12.30 nella piazza del Municipio (piazza Don Conterno), è "porre all’attenzione del territorio sia la necessità di completare il collegamento viario dell’autostrada Asti-Cuneo che di procedere gradualmente verso il modello della mobilità integrata, per non marginalizzare parte dei nostri territori della Provincia Granda".

Sono previsti interventi di Gian Carlo Ciberti ("Cenni storici sulle ferrovie e tranvie della Val Tanaro albese, braidese e cebana"), del perito industriale Augusto Bozzone ("La mobilità vista da un utente"), del professore Sergio Moscone, geografo e sindaco di Serralunga d' Alba ("Da Serralunga al mondo: la mobilità di un paese di Langa analizzata da un Sindaco"), del professor e ingegnere Bruno Dalla Chiara, docente presso il Politecnico di Torino ("La connessione della rete ferroviaria nella gerarchia della mobilità"). Introduce il convegno e modera il dibattito il dottor Gianni Rinaudo. Ingresso libero.

Redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium