/ Attualità

Attualità | 30 giugno 2020, 19:00

Bra, 60 anni di sacerdozio per il prete salesiano don Sebastiano Bergerone

Domenica 5 luglio celebrerà la Messa alle ore 10 nel cortile dell’Istituto San Domenico Savio

Bra, 60 anni di sacerdozio per il prete salesiano don Sebastiano Bergerone


Sessant’anni di sacerdozio. A festeggiare il prestigioso traguardo don Sebastiano Bergerone, prete salesiano di Bra, che domenica 5 luglio celebrerà l’evento con una Messa in programma alle ore 10 nel cortile dell’Istituto San Domenico Savio (viale Rimembranze, 19).

Se tante generazioni di giovani braidesi sono riuscite a raggiungere traguardi importanti nel mondo del lavoro e nella vita lo devono all’opera preziosa dei Salesiani e, in particolare, di don Sebastiano, che ha fatto comprendere l’importanza dello studio e del Vangelo come fattore di miglioramento personale e sociale.

Per ex allievi e per tutti coloro che hanno la fortuna di conoscerlo, don Sebastiano rappresenta un florido esempio, fatto di valori e di opere in cui le pulsazioni e le speranze delle epoche che ha attraversato sono rappresentate e vissute.

Il suo curriculum è lunghissimo. Don Sebastiano Bergerone è nato a Pianfei il 13 giugno 1932 e si è laureato in ingegneria meccanica al Politecnico di Torino. Dopo l’ordinazione sacerdotale ha prestato servizio a Valdocco, Cuneo, Valsalice, Perosa Argentina e all’Istituto Agnelli di Torino. Dal 1971 è di stanza a Bra dove molti lo ricordano come preside dell’Istituto Tecnico Industriale, fino alla chiusura avvenuta nel 2013.

La sua scuola fu una grande palestra. Anni belli, straordinari, pieni di fervore che hanno fatto comprendere a molti giovani come si potesse crescere facendo scuola ispirata ai valori cristiani. Testimonianza che ribadiva nelle quotidiane lezioni di meccanica, con parole che rimanevano impresse ed orientavano nei filari del giorno e nelle ore di lavoro nelle officine.

E anche nelle omelie che per tanti anni sono risuonate nella chiesa B.V. del Rosario nel quartiere Bescurone, dove è viva una comunità di fedeli che da lui ha imparato a diventare testimone dell’amore di Dio, attraverso la fedeltà alla Parola e al servizio ai fratelli.

Un vero pastore, un operaio nella vigna del Signore, che da don Bosco ha preso davvero tutto. Auguri don Sebastiano e buon proseguimento di cammino.

Silvia Gullino

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium