/ Economia

Economia | 24 giugno 2020, 12:35

Il COVID-19 non ferma le Start-up. Voucher 3i: a 24 ore dall’apertura dello sportello, 849 le domande presentate a Invitalia

ll 15 giugno 2020, Invitalia ha aperto lo sportello per la richiesta del Voucher 3i – Investire In Innovazione, il bonus mira a sostenere la competitività delle start-up innovative finanziando i servizi di consulenza necessari a valorizzare e tutelare, in Italia e all’estero, i processi tecnologici attraverso la brevettabilità dell’invenzione.

Il COVID-19 non ferma le Start-up. Voucher 3i: a 24 ore dall’apertura dello sportello, 849 le domande presentate a Invitalia

A 24 ore dall’apertura dello sportello, Invitalia ha registrato un totale di 849 domande da parte di 305 startup innovative, la maggior parte delle richieste arrivano dalle regioni del Nord: Lombardia (197), Emilia-Romagna (108) e Veneto (105), seguono poi la Campania (91) e la Puglia (85). Lo sportello resterà aperto fino a esaurimento delle risorse disponibili, pari a un totale di 19,5 milioni di euro per il triennio 2019-2021, nelle prime 24 ore il valore complessivo dei voucher richiesti ha superato i 3,4 milioni di euro.

L’emergenza Coronavirus, sicuramente ha non ha risparmiato le start-up; in piena emergenza si è registrata una temporale chiusura di un terzo delle nuove realtà con un conseguente contraccolpo non solo economico, ma anche psicologico. Per ogni tipologia di azienda, i primi tempi sono certamente i più difficoltosi e sicuramente la pandemia globale non aiuta/facilità lo sviluppo, ad ogni modo i dati appena riportati confermano la resilienza dei neoimprenditori i quali hanno voglia di portare avanti i loro progetti.

Per chi non fosse informato, il 19 Maggio scorso Il MISE (Ministero dello Sviluppo Economico), ha fornito chiarimenti in materia di PMI e start up innovative, in particolare sulla proroga di 12 mesi del termine di permanenza nella sezione speciale del registro delle imprese prevista dal “decreto rilancio”. Riassumendo: le start-up risultanti nella sezione speciale alla data del 19 maggio 2020 continueranno ad usufruire dei generali benefici fiscali e tributari fino al sessantesimo mese dalla sua costituzione, decorso il quale saranno obbligate al pagamento degli stessi. Continueranno comunque ad essere iscritte per ulteriori 12 mesi nella sezione speciale, il che le darà diritto ad accedere, per questo ulteriore tempo, agli incentivi pubblici.

Tornado al Voucher 3i, è ancora possibile (fino ad esaurimento fondi) presentare la domanda, per consultare e verificare i requisiti, invitiamo a visitare il sto Invitalia al seguente link https://www.invitalia.it/cosa-facciamo/rafforziamo-le-imprese/voucher-3i

Ricordiamo che per avere diritto all’agevolazione, i servizi di consulenza devono essere forniti da consulenti in proprietà industriale o avvocati, iscritti in appositi elenchi predisposti rispettivamente dall’Ordine dei consulenti in proprietà industriale e dal Consiglio nazionale forense.

Se avete un’invenzione/idea da sviluppare oppure vi piacciono le invenzioni, le novità che l’ingegno umano genera seguite la nostra rubrica http://www.torinoggi.it/sommario/argomenti/idee-in-sviluppo.html curata in collaborazione con Novain Srl, pronta a fornire un supporto a 360° dalla valorizzazione dell’idea fino alla produzione e distribuzione del prodotto ricavato dalla stessa idea. Per maggiori informazioni e fissare un incontro gratuito, visitare il sito www.novain.eu oppure inviare una mail a info@novain.eu

C.S.

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium