/ Sanità

Sanità | 19 giugno 2020, 14:30

Il plasma di chi è guarito dal Covid-19 come terapia per i malati: al via studio negli ospedali di Cuneo, Mondovì e Savigliano

I servizi di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale dell’Aso Santa Croce e dei due nosocomi partecipano a uno studio scientifico. Si cercano candidati, ecco con quali caratteristiche

Il plasma di chi è guarito dal Covid-19 come terapia per i malati: al via studio negli ospedali di Cuneo, Mondovì e Savigliano

I SIMT, Servizi di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale, dell’azienda ospedaliera Santa Croce e Carle di Cuneo e degli ospedali dell’AslCn1 di Mondovì e Savigliano stanno partecipando a uno studio scientifico, che coinvolge diversi centri, sull’uso terapeutico del plasma donato da pazienti guariti da Covid-19. “Abbiamo già iniziato a raccogliere donazioni da chi è guarito dall’infezione - spiega il direttore del Centro trasfusionale interaziendale, Marco Lorenzi – e ci sono molte speranze. Solo studi scientifici, però, potranno confermare o smentire questa ipotesi”.

Chi può donare per la ricerca? Chi ha avuto almeno un tampone positivo, è guarito e ha fatto due tamponi negativi 14 giorni dopo la scomparsa dei sintomi, non ha mai trasfuso o avuto gravidanze. Inoltre sono necessarie tutte le caratteristiche richieste, normalmente, ai donatori di plasma, cioè non avere più di 60 anni, pesare almeno 50 kg, essere in buona salute, etc.

Per informazioni o per candidarsi:

Cuneo: 0171.642534 sitplasmaimmune@ospedale.cuneo.it

Mondovì:  0174.677183 0174.677184 simt.mondovi@aslcn1.it

Savigliano: 0172.719918 segreteria.simt@aslcn1.it

Comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium