/ Eventi

Eventi | 07 giugno 2020, 07:30

Cosa fare questa domenica in Granda, tra musei, castelli aperti e visite alle grotte

Ecco qualche spunto per oggi, domenica 7 giugno

Cosa fare questa domenica in Granda, tra musei, castelli aperti e visite alle grotte

Che ne dici di andare a mangiare fuori, dando una mano a ripartire?

Continua oggi l’iniziativa “L’Italia si desta” che propone in trenta ristoranti un piatto a tema Tricolore che valorizzi il verde, il bianco e il rosso della bandiera italiana con ingredienti a km zero, made in Granda. È anche un modo per festeggiare il progressivo e costante ritorno alla normalità, valorizzando lo spirito e l’orgoglio di essere italiani.

Hanno aderito 30 realtà ricettive in città, paesi e vallate da Barolo a Bra, Castiglione Falletto, Cherasco, Cortemilia, Cuneo, Farigliano, Fossano, Gambasca, La Morra, Magliano Alfieri, Mondovì, Monterosso Grana, Neive, Paesana, Pamparato, Pradleves, Racconigi, Roddi, Santa Vittoria d’Alba, Serralunga d’Alba, Valdieri, Villafalletto e Vinadio.

Scopri l’elenco dei ristoranti sulle pagine Facebook di Confcommercio e associazione Albergatori: www.facebook.com/confcommerciocuneo

Hai mai visitato una grotta?

A Frabosa Soprana ha riaperto i battenti la Grotta di Bossea: una delle più belle ed importanti grotte turistiche italiane, un grande sistema carsico fra la Conca di Prato Nevoso ed il torrente Corsaglia. Tra le più belle ed importanti grotte turistiche italiane per varietà di concrezioni, grandiosità d’ambienti ricchezza d’acqua e laghi sotterranei che creano effetti scenografici di grande attrattiva estetica ed ambientale. Le imponenti dimensioni, le altezze vertiginose, le pareti a strapiombo, i vasti soffitti intagliati a spigoli vivi, i dirupi, gli anfratti, i macigni ciclopici precipitati dall’alto ne costituiscono gli aspetti prevalenti. Ideale come punto di partenza o arrivo per un’escursione in alta val Corsaglia, la grotta aspetta i tanti turisti. La prenotazione è obbligatoria e si può effettuare chiamando i numeri 348/7356250, 348/4401162 e 333/2728944. È obbligatorio l’uso della mascherina. Info: www.grottadibossea.com

A Villanova Mondovì la Grotta dei Dossi, la più colorata d’Italia e affascinante labirinto sotterraneo è pronta a ricevere i visitatori.

L’apertura è prevista per questa domenica e proseguirà nei week end e nei giorni

infrasettimanali esclusivamente su prenotazione telefonica (333/9790007 oppure

339/7966644). In queste settimane sono stati sistemati il piazzale e i sentieri di accesso alla grotta. Le visite avranno pressappoco la durata di un’ora e verranno programmate a piccoli gruppi su prenotazione, inoltre le persone dovranno essere distanziate fra loro, munite di mascherine e verranno fatte passare su un apposito tappetino posto all’ingresso, per un’opportuna igienizzazione delle calzature.

La Grotta dei Dossi sarà aperta tutte le domeniche con visite guidate alle 15, 16 e 17, ad agosto sarà aperta tutti i giorni. A luglio, agosto e settembre, oltre agli orari classici, domenica e festivi, sarà possibile visitare la grotta anche al mattino alle 10 e 11.

Info: www.grottadeidossi.it/grottadeidossi

Vuoi visitare un museo, una mostra o altri luoghi culturali?

A Coumboscuro riapre oggi, domenica 7 giugno, il Museo etnografico della civiltà provenzale alpina e lo fa con una giornata di “porte aperte” in cui si invitano gli associati e i volontari a partecipare alle operazioni di sanificazione degli ambienti e riorganizzazione della collezione. L’iniziativa si svolgerà nell’ampio cortile del Museo etnografico, con ritrovo a partire dalle 10 fino alle 18, con pausa per il pranzo offerto dall’associazione “Coumboscuro Centre Provencal”. La collezione del Museo, nato nel 1976, è indicata dalla Regione Piemonte quale una delle più ricche delle Alpi occidentali ma purtroppo non è mai stata mai totalmente esposta al pubblico a causa la mancanza di spazi adeguati. Al suo interno racconta il lavoro contadino della montagna cuneese. Chi intende partecipare alla giornata aperta di oggi, può comunicare la sua adesione via mail scrivendo a info@coumboscuro.org, o telefonare ai numeri 0171-98707 (segreteria) oppure 0171-98744. A partire da questa domenica il Museo sarà aperto tutti i giorni, previa prenotazione (orari: festivi 10-12 e 15- 18). Gli accessi saranno contingentati, i visitatori dovranno indossare la mascherina e alle visite guidate potranno partecipare non più di 5 persone alla volta.

Info: www.facebook.com/coumboscuro.centreprouvencal

Ad Ormea è aperta, nelle sale espositive al primo piano della Casa delle Meridiane in via Roma 3, la mostra fotografica “Obiettivo ... gatto”, organizzata dall'Associazione Culturale Ulmeta. In esposizione sessantadue fotografie in bianco e nero di Marilaide Ghigliano. Tema: i gatti, tutti indicati con il loro nome, in situazioni e luoghi diversi.

Le fotografie sono accompagnate da poesie e aforismi sul tema.  

La mostra sarà aperta questo fine settimana e poi tutti i giorni a partire da sabato 13 giugno, dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 19. L'accesso alle sale espositive è gratuito e contingentato: per accedere occorrerà munirsi del biglietto presso l'adiacente Ufficio Turistico, e occorrerà indossare la mascherina protettiva, attenersi alle indicazioni esposte e seguire i percorsi indicati.

Info: https://comune.ormea.cn.it/

A Saluzzo hanno riaperto i luoghi culturali della città e i musei della Castiglia, Casa Cavassa e la pinacoteca Matteo Olivero saranno a ingresso gratuito fino al 30 giugno. Le aperture sono previste dal venerdì al lunedì con i seguenti orari: domenica e festivi dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 19, venerdì, sabato e lunedì dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18. Per la visita in sicurezza l'accesso ai musei viene contingentato. Per rispettare le nuove regole è preferibile quindi prenotare in anticipo contattando l'Ufficio Iat. In assenza di prenotazione, l’ingresso al museo potrà avvenire solo nel caso in cui non si sia già raggiunto il numero massimo di visitatori consentito. Pertanto, per migliorare la qualità dell'esperienza di visita nei musei ed evitare tempi di attesa, si consiglia vivamente di prenotare. Nei musei sono state messe in atto le misure e i servizi per lavorare ed accogliere in sicurezza. Prenotare l’ingresso ai musei e all’ufficio turistico è facile e gratuito; si può fare anche poco prima di recarsi in visita, telefonando al numero verde 800-392789 oppure inviando una email a saluzzo@coop culture.it.

A Cuneo il complesso monumentale di San Francesco - Museo civico di Cuneo e il Museo casa Galimberti hanno riaperto al pubblico le loro sale. In ottemperanza alle normative emanate per contrastare la diffusione del Covid-19, per migliorare la qualità della visita ed evitare tempi di attesa si invita a prenotare la visita al Museo civico di Cuneo inviando una mail, dal martedì al venerdì, a museo@comune.cuneo.it (o telefonando allo 0171.634175). L’accesso al Museo casa Galimberti avviene solo su prenotazione scrivendo a museo. galimberti@comune.cuneo.it (o chiamando al 0171.444801). Inoltre, oltre al rispetto del distanziamento sociale e delle più comuni regole di comportamento al tempo del Coronavirus, per accedere ai musei è necessario indossare la mascherina. Gli orari di apertura al pubblico: complesso monumentale di San Francesco - Museo civico di Cuneo (ingresso gratuito fino al 24 giugno), dal martedì alla domenica, dalle 15,30 alle 18,30; chiuso i lunedì non festivi, il 25 dicembre e il 1° gennaio. Museo casa Galimberti: sabato, domenica e festivi, ingressi alle 15,30 e alle 17. Info: www.comune.cuneo.it

A Manta da domenica scorsa a Santa Maria del Monastero è stata inaugurata una nuova mostra pittorica, che rappresenta il primo evento culturale dopo la pandemia e le restrizioni che ne sono seguite. "Eroine di ieri e di oggi" è il titolo del progetto curato dal gruppo di pittura "Desperate Housewiwes" di Sommariva Bosco. Il monastero mantese è aperto tutti i giorni festivi, dalle 14,30 alle 18,30. La visita al bene e alla mostra è gratuita.

Il Museo della Ceramica di Mondovì apre anche oggi, domenica 7 giugno, con ingresso gratuito. Gli orari e i giorni di apertura rimarranno gli stessi di sempre: venerdì e sabato ore 15-18, domenica ore 10-18. A partire dal 15 giugno l’orario sarà prolungato fino alle ore 19. Nel Museo sono state effettuate tutte le procedure di sanificazione e il personale in loco segue le disposizioni dei protocolli per la tutela anti contagio da Covid19. Il Museo è visitabile indossando la mascherina, è consigliata la prenotazione al numero 0174 330 358 – int.1 o via mail all’indirizzo turistico@comune.mondovi.cn.it.

É stata prorogata fino al 6 settembre 2020 la mostra di Antonio Marras “Antonio Marras: memorie dal sottosuolo…”. Continua il concorso “L’altra mascherina”, omaggio all’impegno del personale sanitario nella lotta al Coronavirus e a chi ha assistito le persone che si sono ammalate. Il concorso è aperto a tutti coloro che hanno voglia di scoprire e cimentarsi con la decorazione ceramica. I partecipanti dovranno immaginare un decoro a mascherina, disegnarlo e mandare una foto del disegno alla email: museodellaceramicamondovi@gmail.com entro il 30 giugno.

Info: www.facebook.com/MuseoCeramicaMondovi

A Savigliano da questo week end tante realtà museali e culturali cittadine riaprono i propri servizi al turismo. Il Museo Civico Olmo e la Gipsoteca accolgono di nuovo i visitatori su prenotazione nei giorni di sabato dalle 15 alle 18,30 e domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18,30. (Per informazioni e prenotazioni: 0172 712982 - museocivico.gipsoteca@comune.savigliano.cn.it)

Aperto anche il Mùses - Accademia Europea delle Essenze che si trova all’interno degli storici ed eleganti spazi di Palazzo Taffini. Al momento due le proposte di visita: la “Visita esperienziale e “Scopri la tua essenza”.

Per poter accedere al museo è obbligatoria la prenotazione e l’acquisto online della visita guidata scegliendo tra date e orari proposti sul sito http://musesaccademia.it/it/

Aperto anche il Museo Ferroviario Piemontese con visite organizzate il giovedì alle 16 e sabato e domenica al mattino alle 10 e alle 11 e al pomeriggio alle 15, 16 e 17. Qui non c’è obbligo di prenotazione, anche se è vivamente consigliata (Per informazioni e prenotazioni: 0172 31192).

Info: www.museoferroviariopiemontese.it

La Cascina del Pavaglione di San Bovo di Castino ha riaperto dopo la pausa imposta dal lockdown. È visitabile grazie all’associazione Terre Alte tutte le domeniche (fino a fine ottobre) dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18 con ingresso contingentato a due persone alla volta e limitato a chi è munito di mascherina. Le sale ospitano una biblioteca, un laboratorio multimediale sulla vita di Fenoglio, mostre fotografiche e pitture di Massimo Berruti, ex giocatore di balon. Aperto il vicino wine bar Pavaglione 2.5, locale gestito dai volontari «Amici di San Bovo» e ricavato in un vecchio ovile; da questo fine settimana servizio anche a pranzo. Info: www.facebook.com/pavaglione2.5.

Ritrovo dei partigiani nel periodo della Resistenza, la borgata ora fa parte del tracciato naturalistico del «Partigiano Johnny», molto frequentato dagli appassionati di trekking grazie ai sentieri che collegano Castino a Benevello e Mango. Info: https://terrealte.cn.it

Vuoi visitare un castello?

“Castelli Aperti”, la rassegna iniziata 25 anni fa con il sostegno delle Province di Cuneo, Asti e Alessandria, è ripartita per aprire ai visitatori da aprile a ottobre una cinquantina tra dimore storiche, musei, palazzi, giardini e torri, il meglio del patrimonio culturale e architettonico piemontese.

Oggi, domenica 7 giugno, sono aperte le seguenti strutture:
Torre di Barbaresco: dalle 10.00 al tramonto. Prenotazione fortemente consigliata al 333 9040135.
Filatoio di Caraglio: visita guidata, per un massimo di dieci persone alla volta per poter garantire le distanze. Si richiede quindi la prenotazione telefonica allo 0171 61 83 00 oppure via e-mail a info@fondazionefilatoio.it. Le visite guidate partiranno ad ogni ora dalle 10.30 fino alle 18.30. Museo del Setificio Piemontese.

Castello di Monticello d’Alba con orario d’apertura: 10.00-12.30, 14.30-18.00. Le visite guidate al castello partono ogni ora. Visita libera nel parco. Visita guidata nel castello. Durante l’emergenza sanitaria, la visita all’interno del Castello è stata rimodulata con dei QR code, in modo tale che il visitatore possa godere della bellezza e della storia dell’edificio in maggiore autonomia.

Museo Civico Antonino Olmo e Gipsoteca Davide Calandra a Savigliano con orario: 10.00-13.00, 15.00-18.30. Aperto su prenotazione per gruppi (min. 10 persone, oltre le 25 persone il gruppo sarà diviso).
Palazzo Salmatoris a Cherasco; mostra di Sergio Unia “Ri-Cercare la figura infinita”, fino al 13 settembre con orario 9.30-12.30, 14.30-18.30. Visita libera a ingresso gratuito.
Castello di Govone con orario 10.00-12.00 15.00-18.00; Visita libera, con audioguide o guidata
Castello della Manta dalle 11 alle 19.30. Visite su prenotazione allo 0175 87822 o faimanta@fondoambiente.it oppure www.cognitoforms.com/FAI11/CastelloDellaMantaManta
Forte Albertino di Vinadio: gli spazi espositivi sono fruibili in modo autonomo con un itinerario a senso unico, con ingresso da Porta Francia ed uscita a Porta Neirassa. Gli ingressi saranno contingentati (massimo 5 persone ogni 10 minuti), si avrà l’obbligo della mascherina e dei guanti, questi ultimi per l’uso delle postazioni touch screen. All’ingresso e nel percorso saranno disponibili gel disinfettante e guanti. Visite guidate alle 11.00, 14.00, 15.30, 17.00. La prenotazione è vivamente consigliata. Info: www.fondazioneartea.org.

Per conoscere tutti i dettagli utili per visitare queste strutture vai su: www.castelliaperti.it

M.B.

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium