/ Attualità

Attualità | 06 giugno 2020, 18:15

Grande traguardo per il “Lions Canale Roero”, che festeggia i primi 30 anni di attività

Un trentennale “segnato” dall’emergenza epidemiologica, che comunque ha dimostrato ancora una volta il grande impegno messo in campo dal Lions

Grande traguardo per il “Lions Canale Roero”, che festeggia i primi 30 anni di attività

Era il maggio del 1990 quando un gruppo di 23 soci rappresentanti buona parte del territorio roerino davano vita al Lions Club Canale Roero. Da allora il club ha avuto modo di crescere in modo significativo arrivando ad essere uno dei club più numerosi a livello distrettuale, diventando negli anni promotore di importanti attività di servizio sia a livello internazionale che a livello locale.

Quest’anno il club guidato dal presidente Maurizio Bergadano ha promosso importanti iniziative rivolte al mondo della scuola: la prima è stata la promozione di un convegno sulla dislessia chiamato “Seleggo”, organizzato in collaborazione con l’Istituto comprensivo di Canale.

La seconda iniziativa, come avviene ormai da qualche anno, prevede lo screening gratuito dell’ambliopia per tutti i bambini delle scuole materne del Roero. Si tratta di un’attività importante perché l’ambliopia, conosciuta anche come “occhio pigro”, se diagnosticata entro il sesto anno di vita può essere curata.

Purtroppo, con la sospensione delle attività didattiche a causa della recente epidemia, non è stato possibile portare a termine il progetto, ma verrà sicuramente ripreso nel corso del prossimo anno scolastico.

Durante la recente emergenza del Covid 19, i soci hanno deciso di intervenire in modo tempestivo con una prima donazione di 2.500 euro a favore degli Ospedali di Cuneo, una seconda donazione di 1.500 euro a favore del Var (Volontari Ambulanza Roero), e poi – grazie alle collaborazione tra Rotary Canale Roero, Cavalieri del Roero e Associazione dei sindaci del Roero – hanno promosso l’importante campagna di raccolta fondi “Roero-Emergenza Covid 19”.

Finita però la fase dell’emergenza, era importante dare dei segnali positivi e di speranza. È così che i due soci, Gianni Marocco e Dino Pasquero, hanno dato vita ad un importante progetto che, in collaborazione con l’amministrazione comunale di Sommariva Perno, prevede il restauro del pilone votivo di Borgata Trinità.

E per rendere merito al fatto che i Lions sono riconosciuti a livello mondiale come i “Cavalieri della Vista”, grazie all’interessamento del socio Umberto Cassinelli, il Lions Club Canale Roero a breve donerà un cane guida ad una persona non vedente, permettendo alla persona che lo riceverà di avere al suo fianco un amico fedele, e come viene definito dal centro Cani Guida Lions di Limbiate che ha provveduto all’addestramento del cane, “un angelo custode”.

Tanto è stato fatto e tanto si continuerà a fare e questo deriva dalla forza dell’amicizia e la propensione al servizio di un club che può contare sui suoi 58 soci.

redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium