/ Attualità

Attualità | 06 giugno 2020, 15:15

Alba, segnali di ripresa in una capitale delle Langhe ancora orfana dei turisti (FOTO)

Affluenza in positiva crescita ai banchi del mercato del sabato come nei dehors del centro storico cittadino

Alcune immagini del mercato di Alba di stamane

Alcune immagini del mercato di Alba di stamane

L’assenza più evidente rimane quella degli stranieri. Le migliaia di turisti, coppie e famiglie provenienti da mezza Europa, dagli Usa e dai Paesi asiatici, arrivati ad affollare in modo ogni anno più importante le centinaia di strutture ricettive sorte sulle colline del vino sul presupposto di una stagione turistica che il lavoro di anni e il riconoscimento Unesco avevano reso ormai esteso a una finestra lunga almeno nove mesi.

Nell’attesa di un’estate che si spera possa recuperare almeno in parte anche questo pubblico, è invece una città avviata a un lento ritorno alla normalità quella che si è risvegliata nel primo fine settimana di vera apertura dopo i lunghi mesi della quarantena.

La riprova nel discreto affollamento notato finalmente questa mattina soprattutto in alcune zone del centro – via Cavour, piazza Garibaldi e piazza San Francesco in particolare –, come anche presso i banchi del mercato del sabato, tradizionale luogo di ritrovo prefestivo per gli albesi, ma anche meta di visita dei turisti e occasione di acquisto per centinaia di famiglie in arrivo da tutto il comprensorio di Langhe e Roero.

Una sede di commerci, incontri e scambi che, nella nuova veste appena uscita dall’emergenza, registra perlomeno un positivo ritorno da parte degli albesi, affluiti in buon numero soprattutto ai banchi di generi alimentari riuniti ai piedi dell’ala coperta di piazza Cagnasso e sotto i tendoni del Mercato della Terra di piazza Pertinace.

Fatalmente più lento, ma comunque in crescita rispetto alle prime prove delle scorse settimane, il ritorno del pubblico presso gli ambulanti di generi quali l’abbigliamento e i casalinghi, buona parte dei quali costretti ad abbandonate le loro abituali postazioni di via Maestra, piazza del Duomo e via Cavour, e che per la terza settimana si sono sistemati quindi nella zona dell’ex tribunale, tra corso Torino e in piazza Sarti.

Una lenta ripresa che sembra accomunarne il destino a quello di buona parte dei negozi del centro, meta finora di un afflusso di clientela ancora ben lontano dai tempi migliori, mentre incoraggiante sembra il ritorno della clientela ai tavolini dei tanti bar e locali del centro storico attrezzati con dehors e spazi all’esterno.

Ezio Massucco

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium