/ Attualità

Attualità | 05 giugno 2020, 16:57

L’incrocio dei Mombelli diventerà una rotonda: nuovo progetto per appaltare i lavori entro l’autunno

Provincia al lavoro per intervenire sul pericoloso crocevia lungo la Strada Regionale 29 Alba-Torino. Un investimento da 300mila euro

L’incrocio dei Mombelli diventerà  una rotonda: nuovo progetto per appaltare i lavori entro l’autunno

La Provincia ha approvato nei giorni scorsi, con decreto del presidente Federico Borgna, il nuovo progetto di fattibilità tecnica ed economica aggiornato per la messa in sicurezza del bivio in località Mombelli mediante la realizzazione di rotatoria lungo la Strada Provinciale 29 tronco Borbore-Alba (ponte Mussotto).

I lavori prevedono una spesa totale di 300 mila euro, di cui 206 mila per lavori a base di gara (compresi gli oneri della sicurezza) e 94 mila euro per somme a disposizione dell’amministrazione.

Nella prosecuzione dell’iter progettuale, che aveva già avuto un primo passaggio positivo a luglio 2019, è emersa infatti la necessità di inserire nel Piano particellare alcuni terreni di proprietà privata che saranno marginalmente interessati dai lavori, ma che dovranno essere considerati anche nell’elenco delle ditte interessate dalla procedura espropriativa.

La Provincia ha deciso di rivedere l’incrocio prevedendo la costruzione di una rotatoria nel tratto Borbore-Alba (ponte Mussotto) perché negli ultimi anni il traffico pesante si è fatto piuttosto intenso; inoltre i veicoli che percorrono la strada provinciale viaggiano a velocità sostenuta, creando una condizione di pericolo, in particolare in prossimità del bivio in località Mombelli.

Circa modalità e tempi del futuro cantiere il consigliere provinciale delegato alla Viabilità del comparto albese Massimo Antoniotti spiega che "si tratta di un intervento complesso per una serie di ragioni di ordine tecnico, visto che occorre ovviare alla presenza di quattro pendenze diverse dalle distinte tratte di immissione. Con riguardo ai tempi – prosegue il consigliere –, possiamo confidare di arrivare ad avere il progetto definitivo entro l’estate, così che si possa ragionevolmente guardare all’autunno quale termine per approvare l’esecutivo e dare corso al conseguente appalto".

Comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium