L'Internazionale di Alessio Ghisolfi | 03 giugno 2020, 08:03

Sesso tra adolescenti vietato da Pyongyang

Stupore nella comunità internazionale di fronte alle indiscrezioni che filtrano dalla Corea del Nord:” atti impuri ed immorali”.

Sesso tra adolescenti vietato da Pyongyang

Dichiarato 'sovversivo' dal regime quale risposta ad una ormai evidente decadenza della influenza capitalistica, il sesso degli adolescenti verrebbe messo al bando. La “app” in questo caso, sarebbe ideata dal regime per controllare i cellulari ed i contatti degli adolescenti e degli studenti, imponendo controlli e verifiche a genitori ed insegnanti.

Insomma una adolescenza pilotata e selezionata che sorprende l’occidente e che stupisce persino la Chiesa cattolica. Paradossi di un Paese che terrorizza i giovani dalla minaccia autoritaria dello Stato e che proibisce ormai persino il pensiero, che rischia di non correre nemmeno più libero nella rete.

Il Comitato centrale del Partito dei lavoratori, che domina il Paese dalla fine della Seconda guerra mondiale, ha imposto di ispezionare gli istituti scolastici ed esaminare gli smartphone degli studenti ed i loro contatti.Ogni impulso deve essere schedato e coordinato.

Chiaramente la perdita della libertà in materia è un indice, ancora non chiaro, che filtra, a tratti, dalle insofferenze di un Paese che non smette mai di stupire per i suoi legami con gli orientamenti dei regimi del passato. Un paese dove molte nordcoreane, spesso bambine, scappano in Cina perché attratte dal sogno di un futuro migliore. Ignare, invece, di essere state ingannate e svendute ai loro aguzzini. Donne obbligate a prostituirsi o vendute al mercato della tratta del sesso.

Nelle democrazie moderne e nello scenario internazionale la storia presenta pericoli nuovi, non solo quelli del passato, ma la Corea di Pyongyang continua ad essere ancorata ai pericoli di ieri.

Alessio Ghisolfi

Leggi tutte le notizie di L'INTERNAZIONALE DI ALESSIO GHISOLFI ›
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium