/ Attualità

Attualità | 02 giugno 2020, 14:20

2 giugno 2020, la Repubblica italiana ha spento 74 candeline, festa anche a Bra (Foto)

Un anniversario celebrato con tutti gli onori nel pieno rispetto delle misure imposte dall’emergenza sanitaria in corso

Foto di Luciano Cravero

Foto di Luciano Cravero

2 giugno 1946, gli italiani, per la prima volta chiamati alle urne con suffragio universale, scelgono di far diventare l’Italia una Repubblica dopo 85 anni di regno dei Savoia, 20 dei quali passati sotto la dittatura fascista.

2 giugno 2020, il Paese celebra il 74° compleanno della Repubblica. A causa dell’emergenza sanitaria, i protocolli tradizionali della cerimonia hanno subito modifiche, cambiando, almeno per quest’anno, il volto della ricorrenza.

Bra ha celebrato il 2 giugno con un discorso del sindaco, Gianni Fogliato, davanti al Comune e con l’intervento del presidente del Consiglio Comunale, Fabio Bailo.

L’obiettivo è stato quello di ricordare il duro periodo che stiamo vivendo a causa della pandemia da Covid-19, ma soprattutto ricordare che l’Italia è un Paese forte e pronto a ripartire. Grande commozione durante il momento di raccoglimento dedicato alle vittime del Coronavirus.

Naturalmente le presenze alla cerimonia sono state contingentate nel rispetto delle norme anti-contagio e tanti cittadini hanno seguito gli avvenimenti in streaming, attraverso i canali di comunicazione istituzionali del Comune ed esponendo il tricolore dalle proprie case.

In piazza Caduti per la Libertà, tutti sull’attenti al suono dell’inno nazionale: rappresentanti dell’Anpi, dell’Anioc, volontari del Comune, servizio di vigilanza della Polizia Locale, membri della Giunta e del Consiglio Comunale di ogni schieramento. Destra o Sinistra: poco importa. Quando si tratta di esprimere l’amor patrio, il cuore pulsante è lo stesso.


Silvia Gullino

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium