/ Cronaca

Cronaca | 24 maggio 2020, 11:38

Cordoglio a Robilante per la scomparsa di una giovane mamma

Domani l’ultimo saluto alla 46enne Monica Giraudo, spentasi a causa della malattia che l’aveva colpita da alcuni mesi

Cordoglio a Robilante per la scomparsa di una giovane mamma

Si è spenta ieri a causa della grave malattia che l’aveva colpita da alcuni mesi Monica Giraudo, 46enne di Robilante, dove da tempo viveva insieme al marito Bruno Giordanengo, agricoltore in paese, e al figlio Bartolo.

Originaria di Roccavione, diplomata all’istituto alberghiero, per molti anni anni Monica Giraudo lavorò come commessa in alcuni conosciuti negozi di Cuneo, tra i quali Parola Sport e l'Ottica Rosso.

Un lavoro che aveva lasciato nel 2003 per dedicarsi alla famiglia, non lesinando di impegnarsi in attività del sociale, quali l’animazione in diverse edizioni dei centri estivi organizzati in paese.

Sei mesi fa la scoperta della malattia, che dopo una fase di cure affrontate con coraggio e dignità si è purtroppo aggravata nelle ultime settimane.

Un lutto riguardo al quale il sindaco Massimo Burzi esprime tutto il cordoglio della sua comunità: "Una perdita grave e prematura, che colpisce una famiglia molto unita. Ci stringiamo con grande affetto al loro dolore".

Oltre al marito e al figlio, Monica Giraudo lascia la madre Rita e la sorella Paola. Le esequie della donna verranno celebrate domani a Robilante, alle 11 presso la chiesa parrocchiale di San Donato, in forma privata secondo le disposizioni sul Coronavirus.
Seguirà l’ultimo viaggio verso il tempio crematorio di Bra, mentre le sue spoglie riposeranno al cimitero di Bersezio, paese d'origine della famiglia materna.

Redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium