/ Attualità

Attualità | 24 maggio 2020, 09:41

Il Covid non ferma i progetti per la rinascita di Gorzegno e del suo castello

I due mesi di lockdown non hanno demotivato gli amministratori del piccolo centro langarolo, che nel gennaio scorso avevano presentato un’articolato ventaglio di iniziative per il rilancio del paese

Nel corso dell’estate proseguiranno i lavori di pulizia e di sgombero del castello dei Marchesi del Carretto

Nel corso dell’estate proseguiranno i lavori di pulizia e di sgombero del castello dei Marchesi del Carretto

Dopo la presentazione ufficiale delle attività turistico-culturali del Comune di Gorzegno per il 2020, tenutasi lo scorso 17 gennaio presso il Museo Diocesano di Alba, la preparazione degli eventi ha subito un inevitabile rallentamento per i motivi purtroppo ben noti.

I due mesi di lockdown non hanno demotivato gli amministratori del piccolo centro langarolo, ma alcune cose hanno dovuto essere posticipate. In particolare la posa della prima pietra del “Museo delle Pietre parlanti”, programmata per il 30 e 31 maggio, è stata rimandata agl’inizi di settembre, in concomitanza del 1° Festival internazionale delle Magie.

Nel corso dell’estate proseguiranno i lavori di pulizia e di sgombero del castello dei Marchesi del Carretto, per renderlo turisticamente il più possibile accessibile in sicurezza. Nel contempo andrà avanti l’allestimento del percorso museale “Gorzegno: il Paese delle Pietre parlanti”.

Il “Museo delle Pietre parlanti” sarà una innovativa ed emozionante realizzazione museale a cielo aperto in cui ogni elemento, opere in pietra, installazioni multimediali, castello e sue pertinenze comprese, parleranno ai visitatori grazie alle loro forme simboliche, rivelando una saggezza antica come le pietre. Ogni opera sarà esaustivamente illustrata, sia dal punto di vista storico, sia architettonico e artistico, anche grazie a un codice QR posto su ogni elemento, che permetterà la connessione alla pagina di un sito internet creato appositamente.
Nel percorso museale, com’era stato preannunciato, saranno coinvolti anche gli elementi architettonici che testimoniano l’importanza e la nobiltà di Gorzegno fino a tempi neppure troppo remoti.

L’Amministrazione guidata dal giovane sindaco Marco Chinazzo, sempre in conseguenza delle recenti normative imposte dal Covid 19, ha inoltre deciso di dare un taglio del tutto particolare al 1° Festival delle Magie. Questo Festival, dedicato alle fantasmagorie delle più diverse arti umane, dalla musica alla poesia, dalla pittura al cinema, si presta infatti assai bene ad una riformulazione rispettosa delle attuali norme di sicurezza. In tal senso si sta già provvedendo alla creazione di suggestivi momenti che potranno essere seguiti anche virtualmente in diretta, sia da computer che da smartphone.

Il messaggio che l’Amministrazione di Gorzegno vuole lanciare anche al di fuori delle Langhe è chiaro e forte: al di là delle restrizioni imposte dal coronavirus, che comunque è doveroso rispettare, a Gorzegno si continua a lavorare per un futuro migliore.

Redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium