/ Attualità

Attualità | 22 maggio 2020, 09:54

Palermo chiama, Bra risponde: lenzuola ai balconi per ricordare Falcone e Borsellino

Il Liceo "Giolitti-Gandino" ha contribuito alle iniziative organizzate per il 28° anniversario della strage di Capaci

Palermo chiama, Bra risponde: lenzuola ai balconi per ricordare Falcone e Borsellino

Sono trascorsi 28 anni dal 23 maggio 1992, giorno in cui avvenne la strage di Capaci. Poche settimane dopo, il 19 luglio, l’attentato di via D’Amelio. Persero la vita rispettivamente i magistrati Giovanni Falcone insieme alla moglie Francesca Morvillo, Paolo Borsellino e gli agenti delle loro scorte.

Vista l’impossibilità di organizzare cortei e raduni, gli studenti e i cittadini sono invitati ad affacciarsi dai balconi di casa appendendo un lenzuolo bianco, striscioni o cantando l’inno d’Italia, facendo sentire la presenza e l’unità in varie forme, esprimendo un pensiero di gratitudine a chi, nella lotta alla mafia, o nella dura battaglia contro la pandemia, ha fatto la propria parte. Lo slogan sarà “il mio balcone è una piazza”.

Le classi 3ª D e 3ª M del Liceo "Giolitti-Gandino" di Bra hanno contribuito attivamente a questa iniziativa, che sulla rete verrà richiamata dagli hashtag #23maggio2020, #PalermochiamaItalia, #ilcoraggiodiognigiorno, #ilmiobalconeèunapiazza.

Redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium