/ Cronaca

Cronaca | 15 maggio 2020, 11:04

Tre matrimoni in sette anni: 43enne di Dronero denunciata per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina

Al momento la donna risulta irreperibile: i matrimoni duravano pochi mesi e non c’era mai convivenza

Foto generica - Pixabay

Foto generica - Pixabay

Nei guai una donna di 43 anni di origini marocchine, cittadina italiana da 16 anni: in sette aveva contratto tre matrimoni con altrettanti uomini, tutti marocchini.

È stato il terzo matrimonio ad allertare l’ufficio immigrazione della questura di Cuneo, quando è stata gestita una pratica di rinnovo di permesso di soggiorno di un uomo sposato con una cittadina italiana. Peccato che lo stesso uomo fosse stato fermato in un casolare di Madonna dell’Olmo e avesse dichiarato agli agenti di essere senza fissa dimora.

Sposato ma senza abitazione, e soprattutto senza una convivenza in corso? Dagli accertamenti è stato scoperto che per la donna si trattava del terzo matrimonio; tutti erano stati contratti in comuni del territorio con separazione dopo pochi mesi, e senza che mai ci fosse stata convivenza.

Non c’è nemmeno stato il tempo minimo dei tre anni per garantire a questi uomini la cittadinanza. Li ha lasciati in braghe di tela. Uno è stato espulso e l’ultimo non avrà il permesso di soggiorno. Quasi certamente la donna è stata pagata, stiamo indagando. Al momento è irreperibile” spiega la dirigente dell’ufficio immigrazione Stefania Pierazzi.

La donna è stata denunciata per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e falsità relativa al matrimonio.

bsimonelli

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium