/ Cronaca

Cronaca | 13 aprile 2020, 07:45

Covid-19 - I droni dell'Associazione nazionale Carabinieri in supporto alle Forze dell'Ordine: a Bra scoperte in tempo reale diverse irregolarità

Controlli dall'alto in zone di difficile accesso alle pattuglie di terra, segnalando in tempo reale le varie situazioni irregolari, in modo da far agire tempestivamente gli agenti della Polizia locale

I controlli dall'alto a Bra

I controlli dall'alto a Bra

I volontari della Protezione civile del Nucleo provinciale dell’Associazione nazionale Carabinieri sono stati impiegati da subito nell’emergenza epidemiologica del Covid-19.

Tra i servizi svolti, il presidio presso l’Unità di crisi della Protezione civile della Regione Piemonte di corso Marche, a Torino, la consegna delle spese e dei medicinali, gli avvisi alla popolazione, la distribuzione delle mascherine e la consegna del personal computer agli studenti.

Ma in questi ultimi giorni, i volontari dell'Anc hanno garantito supporto delle Amministrazioni comunali, mediante l’uso dei droni, pilotati da operatori dell'Associazione certificati Enac, l'Ente nazionale aviazione civile.

I droni dell'Associazione nazionale Carabinieri, durante l'emergenza Covid-19, sono stati riconosciuti aereomobili di Stato.

In questi giorni difficili, in cui tutti sono tenuti a fare la propria parte restando a casa per contribuire a sconfiggere il nemico invisibile, è stato chiesto ai piloti dell’Associazione nazionale Carabinieri di fornire la propria collaborazione alla Città di Bra, appoggiando la Polizia locale nell’opera di monitoraggio delle principali aree cittadine particolarmente difficoltose da raggiungere con i tradizionale mezzi di pattugliamento in dotazione al Corpo braidese.

L'obiettivo era verificare l'osservanza delle disposizioni emanate dal Governo, tuttora in vigore, per il contenimento degli spostamenti sul territorio al fine di salvaguardare la salute pubblica.

L'appoggio aereo fornito a titolo completamente gratuito al Comune di Bra, è stato utile per individuare diversi cittadini che non rispettavano le disposizioni in materia di sicurezza.

I piloti del Nucleo provinciale di Cuneo sono intervenuti, sabato 11 aprile, in zone di difficile accesso alle pattuglie di terra, segnalando in tempo reale le varie situazioni irregolari, in modo da far agire tempestivamente gli agenti della Polizia locale.

"La collaborazione - spiega il presidente provinciale Giovanni Guiducci - è stata molto apprezzata dal comando della Polizia locale di Bra per i risultati ottenuti.

Le unità droni dell’Associazione nazionale Carabinieri sono a disposizione di tutte quelle Amministrazioni pubbliche che ne avranno necessità in questo difficile momento per la nostra Nazione".

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium