/ lavocedialba.it

lavocedialba.it | 06 aprile 2020, 20:15

"Una foto per la vita", l'iniziativa "anti-Coronavirus" dei fotografi italiani: già 4 adesioni dal Cuneese

Prenotazione online di servizi fotografici, il cui intero ricavato sarà devoluto a enti o ospedali italiani impegnati nella lotta al Covid-19. In Granda hanno detto sì due professionisti del Monregalese, uno della città di Cuneo e uno del Saluzzese

"Una foto per la vita", l'iniziativa "anti-Coronavirus" dei fotografi italiani: già 4 adesioni dal Cuneese

"La nostra Italia ha bisogno di noi, e il nostro meraviglioso lavoro può contribuire a salvare tante vite. Forse ti starai chiedendo in che modo, visto che in questo momento non possiamo lavorare… Ma i soldi servono adesso! Anche se in questo momento siamo lontani tra noi, abbiamo deciso di unirci ed essere più che mai vicini con un progetto d'amore: vogliamo contribuire concretamente attraverso la nostra arte e le nostre immagini a sostenere economicamente enti e ospedali, in questo momento sono in prima linea nella lotta contro il Covid-19 per salvare vite umane".

Questo è l'appello lanciato dai fotografi di tutt'Italia mediante il portale www.unafotoperlavita.it, accompagnato dall'omonima iniziativa, che prevede che ciascun professionista offra servizi fotografici di ritratto con sessioni da 30 minuti o un'ora, il cui valore economico sarà interamente e direttamente devoluto dal cliente a enti o ospedali italiani impegnati su questo fronte, scelti dal fotografo.

Nessun fotografo raccoglierà pertanto fondi personalmente e il cliente potrà usufruire della sua sessione non appena si tornerà alla normalità, esibendo copia del bonifico eseguito e ricevendo - oltre all'esperienza artistica ed emozionale - una stampa di alta qualità del suo ritratto. Non ci sarà nessun obbligo di acquisti ulteriori, anche se ovviamente chi vorrà ne avrà la possibilità.

In provincia di Cuneo sono già quattro i fotografi che hanno aderito all'iniziativa (iscrizioni sempre aperte): Mauro Aluffi ed Elena Fenoglio nel Monregalese (rispettivamente Mondovì e Vicoforte), "Graffi Narrazioni fotografiche" a Cuneo e Davide Tolis a Saluzzo (clicca qui per visionare la mappa completa).

"Sapere che non appena possibile ci ritroveremo in una sessione fotografica è una bellissima prospettiva - dichiarano congiuntamente i fotografi italiani - e questa in particolare sarà memorabile, per il significato che avrà, per il momento che fermerà. Come fotografi, non possiamo fare un dono più grande. Come italiani, non c'è aiuto più importante"

Alessandro Nidi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium