/ Scuola e corsi

Scuola e corsi | 02 aprile 2020, 07:02

Al tempo del Coronavirus, le scuole di Bra sempre più 2.0 (parte 2)

Parola a Tarcisio Priolo, dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo Bra 2

Al tempo del Coronavirus, le scuole di Bra sempre più 2.0 (parte 2)

Nella mattina di martedì 31 marzo a questa redazione è pervenuta una testimonianza scritta e firmata, che portava a conoscenza i fatti narrati nell’articolo dal titolo “Al tempo del Coronavirus, le scuole di Bra sempre più 2.0 e paradigma di generosità”.
L’oggetto della segnalazione era una storia che vedeva protagonista il preside dell’Istituto Comprensivo Bra 2, Tarcisio Priolo. Pertanto, in data odierna (mercoledì 1° aprile), è stato pubblicato un articolo, frutto dello stimolo e delle informazioni offerte dalla fonte certa che, tuttavia, chiedeva l’anonimato.

http://www.lavocedialba.it/2020/04/01/leggi-notizia/argomenti/scuola-e-corsi/articolo/al-tempo-del-coronavirus-le-scuole-di-bra-sempre-piu-20-e-paradigma-di-generosita.html

In merito, riceviamo e volentieri pubblichiamo le dichiarazioni inviateci dal dirigente dell’Istituto Comprensivo Bra 2, Tarcisio Priolo, rinnovando al preside ed a tutto il suo staff, il plauso per l’iniziativa messa in atto.

“Ringrazio per l'articolo scritto sulla base di una “testimonianza” non autorizzata, ma devo rettificare perché non si dà conto del lavoro fatto da tante persone della nostra scuola.
L'Animatore digitale prof.ssa Romiti ed i membri del team digitale che hanno messo in piedi tutta la parte informatica.
Tutti i docenti che hanno affrontato con impegno e passione un’avventura che per qualcuno era una cosa nuova.
I rappresentanti dei genitori che hanno mediato i contatti con le famiglie le quali, a loro volta hanno collaborato e ci hanno sostenuto molto.
Il Comune e la Protezione civile che ci hanno consentito il recapito di 53 Pc della scuola, raggiungendo 78 alunni che avevano più difficoltà ad interagire attraverso gli strumenti della didattica a distanza. È già iniziata una ulteriore verifica per individuare altri destinatari di PC in prestito d'uso.
Il telefono citato nell’articolo è una sperimentazione (nata da un confronto con il Presidente del Consiglio di Istituto, sig. Federico Pace) di un sistema per venire incontro a chi ha problemi di connessione, anche se abbiamo consigliato tutte le famiglie che ci avevano segnalato il problema di verificare le offerte di GIGA che gli operatori stanno proponendo in questo periodo ed abbiamo insegnato loro ad usare il proprio smartphone come hotspot.
Infine gli alunni, dai piccoli della scuola dell'infanzia, ai bambini della scuola primaria, ai ragazzi della scuola media che hanno risposto con serietà ed entusiasmo.
A tutti quanti va il ringraziamento per questa grande impresa che abbiamo messo in piedi per continuare a fare scuola, ma soprattutto per continuare ad essere vicini anche se distanti. Mi sembrava doveroso fare queste precisazioni. Cordiali saluti”.
Bravi tutti.

Silvia Gullino

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium