/ Europa

Europa | 31 marzo 2020, 18:00

Limone, il sindaco ammaina la bandiera europea: "Si sbaglia, per fortuna: l'Unione ha subito agito a favore dei paesi colpiti dal Coronavirus"

A rispondere a Massimo Riberi è Massimo Gaudina della Rappresentanza della Commissione Europea di Milano

Limone, il sindaco ammaina la bandiera europea: "Si sbaglia, per fortuna: l'Unione ha subito agito a favore dei paesi colpiti dal Coronavirus"

Al sindaco di Limone Piemonte che ha ammainato la bandiera europea per la presunta assenza dell’Europa vorrei soltanto dire che per fortuna si sbaglia: forse non è stato comunicato abbastanza, ma l’Europa ha agito subito a favore dell’Italia e degli altri paesi colpiti, come dimostrano gli aiuti di Stato italiani o le spese in deficit subito autorizzati dalla Commissione europea, il bazooka da 750 miliardi della BCE di cui beneficerà soprattutto l’Italia, i fondi UE non ancora utilizzati che dalla prossima settimana saranno disponibili per aiutare la sanità e i settori più colpiti, la ricerca scientifica contro il virus (17 progetti europei, 9 dei quali con scienziati e lavoratori italiani), mascherine che ora arrivano in Italia anche da Germania, Francia o Polonia, nel quadro di un coordinamento europeo, liquidità alle PMI che sta arrivando dalla Banca europea degli investimenti e altro ancora. E questo è solo l’inizio".

E' Massimo Gaudina, della Rappresentanza della Commissione Europea di Milano che risponde al gesto del sindaco Massimo Riberi, che ha tolto la bandiera dell'Unione Europea "fino a quando non ci saranno risposte chiare sull'emergenza sanitaria".

"L’Europa non può permettersi e non ha nessuna intenzione di abbandonare l’Italia, la sua madre fondatrice - conclude Gaudina - . E nei prossimi giorni saranno i governi dei 27 a dare forma a ulteriori modalità di aiuto".

redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium